Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

i-20 28-07-2005-0-18-52_0001 v4-4 96 peche-1973 Immagini storiche di Ponza

Calcio Ponza. Quarta giornata di Campionato

Condividi questo articolo

cronaca di Giovanni Califano
Calcio Ponza. Pallone acqua

 

CAMPIONATO DI II^ CATEGORIA 2015-2016, GIRONE M
4^ giornata
Campo Sportivo Comunale di San Leone Magno, Sperlonga
ASD MISTRAL  2 – POLISPORTIVA DIL. PONZA 0

Seconda trasferta stagionale per il Ponza. La Mistral del tecnico Giulio Esposito ospita gli isolani a Sperlonga; scenario del match il bellissimo impianto di San Leone Magno.
Giornata soleggiata e calda, con una buona cornice di pubblico, tra i quali tanti ragazzi protagonisti con le rispettive squadre delle gare precedenti e successive, oltre alla solita folta tifoseria ponzese.
Per affrontare la compagine gaetana, De Santis si affida al consueto 4-3-3, operando molti cambi rispetto alla formazione che una settimana fa cedeva in casa al Vis Ceprano.
Tra i pali il primo cambio di giornata, con Fariello al debutto; in difesa Vitiello A. e Pappa a presidiare le corsie laterali, con Marciano e Repele in mezzo; la mediana presenta Carofano, Rispoli e Napolitano; il tridente offensivo è composto da Migliaccio, Rosario Vitiello ed Orlando.
Agli ordini del direttore di gara Ercole di Latina, il calcio d’inizio è affidato al Ponza, in consueto completo giallo-blu.

L’avvio degli isolani è davvero eccellente. Già al terzo il primo brivido per Rosano, con una imbucata di Carofano per Migliaccio appena lunga. Al 5° tiro da distanza velleitaria da parte di Vitiello R. e palla alta.
Il Ponza conduce il gioco e la Mistral, intimorita, attende nella propria tre quarti.
Vitiello è ispirato e al 9° sfiora il vantaggio con uno splendido tiro a giro dal lato corto dell’area di rigore: la traversa si frappone tra il Ponza e il vantaggio.
Passano 180 secondi e ci prova anche capitan Migliaccio a creare pericoli con un calcio da fermo dai 35 metri, ma il suo cross viene liberato dalla difesa gaetana in fallo laterale.

Al 15° entra in partita la Mistral e lo fa con Taglialatela che servito in profondità calcia da appena dentro l’area di rigore, trovando prontissimo Fariello, alla sua prima parata in maglia ponzese. Due minuti più tardi ci prova Albano con una grandissima giocata all’interno dell’area di rigore: aggancio volante e destro di controbalzo, traversa piena.

Il risultato non si schioda dalla parità, così come sulla parità è anche il conteggio dei legni colpiti.
C’è ora maggior equilibrio in campo, con entrambe le squadre che hanno ben realizzato quanto possa essere letale scoprirsi anche solo minimamente.
Con la Mistral che alza la linea del pressing, il Ponza sembra soffrire in questa fase del match, ma è comunque apprezzabile come provi sempre a giocare palla a terra, fraseggiando nello stretto anche per uscire da situazioni complicate.
Al 43° ultimo sussulto della prima frazione con un tiro-cross di Migliaccio che trova la spettacolare uscita a mezza altezza di Rosano.
Meglio il Ponza nel primo quarto d’ora, poi i padroni di casa si sono fatti preferire: pareggio sostanzialmente corretto.

La ripresa comincia con gli stessi 22 effettivi. Ed Albano prova addirittura a sorprendere Fariello direttamente dal calcio di inizio: attento il portiere ex Atl. Castelforte.
La svolta del match arriva al 47°: Marciano, già ammonito, interviene in scivolata al limite dell’area. Per l’arbitro nessuna esitazione, seconda ammonizione e Ponza in dieci per tutta la ripresa.
De Santis manda immediatamente Tescione G. a riscaldarsi, abbassando Napolitano in difesa per tappare il buco venutosi a creare.
La Mistral, seppur in superiorità numerica, aumenta sì la pressione ma non sfonda, sbattendo su un Ponza coriaceo ed organizzato.
Salgono di tono sopratutto Carofano e Migliaccio, con il capitano che al 57° prova anche il destro dalla distanza, senza inquadrare il bersaglio grosso.
Al 65° il Ponza opera il primo cambio, con un esausto Orlando, generoso come sempre, che lascia spazio a Tescione, il quale va ovviamente in mezzo alla difesa, riconsegnando Napolitano, vero e proprio jolly, al centrocampo.

Al 68°, però, arriva la frittata, confezionata da Pappa e Fariello; i due non leggono adeguatamente un lancio in verticale proveniente dalle retrovie, con il portiere che esce a vuoto, travolgendo il terzino. Strada spalancata per Albano che prova il diagonale da posizione defilata. Sulla linea alla disperata prova l’intervento Tescione ma il suo rinvio colpisce in pieno Alessio Vitiello. 1-0 Mistral, autorete incredibile da consegnare direttamente alla Gialappa’s Band.

Neppure il tempo di godersi il vantaggio che i padroni di casa devono fare i conti con l’incredibile leggerezza proprio di Albano che prende il secondo giallo per aver allontanato il pallone a gioco fermo. Il Ponza a questo punto, sotto di un gol, quantomeno torna a giocare in parità numerica.

Al 77°, a seguito di un scambio da corner, Zottola entra in area da lato corto e cerca l’angolo più lontano, ma le unghie di Fariello sfiorano il pallone spedendolo sul palo. Mistral vicina al raddoppio. De Santis mette forze fresche, avvicendando i due Vitiello: fuori Rosario, dentro Raffaele.

All’81° il Ponza ha la grande chance per il pari: verticalizzazione di Rispoli per Migliaccio, che manda al bar un difensore con una finta, appoggia al neo-entrato Raffaele Vitiello, tiro di sinistro potente respinto miracolosamente dal portiere.
I padroni di casa all’84° blindano i tre punti con Popa che, da poco in campo, approfitta del buco centrale lasciato dai difensori ponzesi e si invola indisturbato verso Fariello: diagonale preciso e 2-0 che lascia scendere il sipario sull’incontro.
Tutto troppo semplice per il giovane attaccante gaetano che, approfittando dell’errato posizionamento dei centrali, ha a sua disposizione una metà campo intera prima di inchiodare il portiere.

Gli ultimi minuti sono una girandola di emozioni: Migliaccio prova una strana palombella che Rosano devia in corner. Sugli sviluppi, terzo tempo di Tescione che svetta prepotentemente ma non inquadra la porta. Sessanta secondi più tardi ci prova Albano in contropiede, ma il suo diagonale è ampiamente a lato. Nel corso dell’ultimo minuto ci prova ancora Migliaccio con scarsa precisione.
Il Ponza vuole rientrare in partita, lo desidera con tutte le proprie forze, per potersi regalare un recupero all’arma bianca; la Mistral resiste nel bunker e, ancora con Popa, sfiora il tris.

Al termine dei cinque minuti di recupero, Ercole dice che può bastare così: al San Leone Magno, Mistral batte Ponza 2 a 0.

Terzo stop consecutivo per la Poli-Ponza dopo il promettente esordio del 4 ottobre.
Cambiare alcuni interpreti non ha pagato e gli isolani sono caduti anche a Sperlonga.
L’avvio del match è stato sicuramente buono, ma non ha avuto seguito nel corso della prima frazione e più in generale nel corso dell’incontro.
L’espulsione di Marciano ha sicuramente complicato i piani di De Santis, ma i gol subiti sono scaturiti da errori davvero sesquipedali, topiche individali che però fanno parte del gioco e possono capitare. La reazione a livello mentale c’è stata, sia rispetto alla partita precedente, sia all’interno della partita odierna stessa, segno che il gruppo c’è, è sul pezzo, ed ha magari solo bisogno che la ruota ritorni a girare. Attacco ancora una volta spuntato, squadra apparsa molto fumosa e poco incisiva.

L’occasione per ribaltare questo periodo negativo arriva subito, tra sette giorni: al Cala Caparra sarà di scena il San Lorenzo, in uno dei classici della categoria. Un match che si annuncia spettacolare.
Tabellino incontro:

ASD MISTRAL
: Rosano, Marciano, Popa G., Quaranta, Medina (C), Di Nardo, Taglialatela (Popa D.), Corbo, Albano, Zottola, Alfano.
A disposizione: Ciccolella, Iacono, Boccia, Musetti, Cicconardi, Spinosa.
Allenatore Esposito.
POLISPORTIVA DIL. PONZA: Fariello, Pappa, Vitiello A. (dall’87° Vitiello S.), Repele, Marciano, Carofano, Migliaccio (C), Napolitano, Vitiello Ro. (dal 78° Vitiello Ra.), Rispoli, Orlando (dal 65° Tescione G.).
A disp.: Califano, Aversano, Vecchione, Tescione F.
All. De Santis

ARBITRO: Sig. Francesco Ercole di Latina.
MARCATORI: 68° autogol Vitiello A., 84° Popa.
NOTE: espulsi Marciano (P), Albano (M); ammoniti Quaranta e Taglialatela (M).

RISULTATI 4^ GIORNATA:
I Briganti – Pro Calcio San Giorgio 2-1
Esperia ASD – ASD Castrocielo 1-2
Mistral ASD – Polisportiva Dil. Ponza 2-0
Nuova San Bartolomeo – Marina Maranola 3-1
San Giovanni Inc. – Real Maranola 3000 2-1
San Lorenzo – Atl. Cervaro 1-2
Spinium FC – Real Piedimonte SG 2-1
Vis Ceprano – AS Penitro 4-1

CLASSIFICA:
Atl. Cervaro, Vis Ceprano 10; Nuova San Bartolomeo, Briganti 9; Mistral ASD, Spinium FC, San Lorenzo 7; San Giovanni Inc. 6; AS Penitro 5; Real Piedimonte SG, Esperia ASD, ASD Castrocielo 4; Polisportiva Dil. Ponza, Pro Calcio San Giorgio 3; Real Maranola 3000, Marina Maranola 1.

A cura di Giovanni Califano.

Condividi questo articolo

1 commento per Calcio Ponza. Quarta giornata di Campionato

  • Biagio Rispoli

    Partita rinviata
    Purtroppo causa avverse condizioni meteo l’incontro di calcio della seconda categoria girone “M” tra Polisportiva Dil. Ponza e San Lorenzo alle ore 13,00 è stata rinviato per avverse condizioni meteo.
    La squadra e l’arbitro non si sono imbarcati da Formia alle ore 09,30 perché non era garantito il ritorno alle ore 16,00 dell’aliscafo.
    E’ successo anche a noi 15 giorni fa causa avverse condizioni meteo, quando la nave da Formia alle 17,30 e l’aliscafo non sono partiti e noi siamo rimasti sulla terraferma, senza poter rientrare sull’isola.
    Alle prossime

Devi essere collegato per poter inserire un commento.