Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

0040-040 a4-36 dc ernesto-a k2-9 19

Job, attàccat’!

Condividi questo articolo

by Sang’ ’i Retunne
Concentrato

 

Giggino – ’Nce sta niente’a fa’, nun vo’ proprio furni’! Chist’anno nunn’è cosa!
Sang’ ’i Retunne – Ch’è stato Giggi’, Assuntina t’ha fatt’ ’ngazza’?

Gg – Chesta vota Assuntina nun c’entra: dopp’ l’ùrdeme mazziatone ch’ m’ha fatto, sta stanca.
SR – Ed allora? Cosa ti indispone tanto da farti stare così irrequieto?

Gg – E se vede approprietamente ca se sono arrapùte ’i scole, ‘il signorino’ s’è mis’a fa’ ’u prufessore.
SR – Giggi’ e io ’na domanda ti ho fatto. E’ mai possibile che l’estate ti riduce in questo stato di pazzarìa?

Gg –   ’Uagliò, tu t’he ’mparà a campa’, he capito o no?
SR – Cosa ho sbagliato questa volta? Dimmi.

Gg – Tanto p’accumincia’, parla comm’ t’ha fatt’ màmmete! Vabbuò?
SR – E poi?

Gg – E po’ è inutile che faie ’u saputiell’… io ccà ne saccio cchiù ’i te.
SR – E sì, come no? Lo vedo che sei preparato: ti stai facendo fregare ben bene.

Gg – Ma quann’ mai. È tutt’apparenza… è ’na strateggia politica, ’na ritirata tattica… ’A vittoria finale sarrà ’a mia.
SR – Ah! Stamm’ apposta allora!

Gg – Uvvi’ po’ quant’ si strunz’?
SR – Insomma, me lo vuoi dire o no, perché stai incazzato? Cosa deve finire?

Gg – A staggione! Adda furni’ a stagione… ch’io teng’ ’a che ffà a Parmarola.
SR – E ti lamenti? Col bel tempo può arrivare altra gente, si può lavorare ancora… e tu che ffaai? …pienz’a caccia?

Gg – Essì! Bell’isso! Mò abbasta! Che esagerazione è chesta? Addò s’è viste maie? E che, hamma fatica’ sule?
SR  – Giggi’, a proposito di fatica, ma tu u’ssaie che io non ho capito ancora che lavoro fai?

Gg – Eeeee!!! Vang’ a mmare.
SR – Vai a pescare?

Gg – Beee, sì… accussì avess’a ess’.
SR – Dovrebbe?

Gg – Mentre stong’ ammiezz’ u mare faccio ati cose…
SR – Per esempio?

Gg – Penzo..!
SR – Uggesù! E a che pensi?

Gg – Penzo a comme nun fatica’.
SR – E ci riesci?

Gg – Azz no? Faccie cierti penzieri..!
SR – No no, io intendevo a non faticare.

Gg – E si nun furnesce ’sta cazz’i staggione ’u pericolo d’a fatica ce sta sempe.
SR – Ma guard’a chisto! A staggione nun fa niente e aspett’ ’a vernata pe’ s’arripusà!

Gg – Ahooo! Ma che t’he mise ’ngapa? E che ’a patria a teness’a sarva’ sul’ie?
SR – Cosa dici? E’ necessario lavorare.

Gg – Certo ca s’i propie scèm’! Ccà ’a ggente fatica sule ’nu mese all’anne e i’ teness’ ’a fa l’eroe estàt’ e vierno?

Venerdì pesce

Condividi questo articolo

Devi essere collegato per poter inserire un commento.