Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

ep-01 30-07-2005-19-36-46_0007 e-07 ss13-1 sl372236 Spugne incrostanti bianche

Il Consiglio Comunale di ieri 20 agosto. A voler pensar male…

Condividi questo articolo

a cura della Redazione
comune di Ponza

 

A voler pensar male, ieri, al Consiglio comunale c’erano tutte le condizioni per mandare a casa questa amministrazione e dare la possibilità a Vigorelli di continuare tranquillamente le sue vacanze a Cortina: questa è stata l’impressione che si è avuta ieri ascoltando le diverse voci dei presenti allo svolgimento dei lavori del consiglio comunale.

Con la spada di Damocle dell’avvio, da parte del Prefetto, di una procedura di inadempienza amministrativa contro il Comune di Ponza per non aver approntato il Bilancio di previsione 2015 entro il 31 luglio, il Nostro ha ritenuto opportuno delegare ai membri della sua maggioranza la responsabilità di un passaggio amministrativo così delicato.

Ma non è questo che potrebbe arrecare un colpo alla giunta.

La mancata consegna di parti importanti degli atti da discutere e votare in consiglio ai rappresentanti della minoranza non ha loro consentito di preparare le controdeduzioni che sono il sale del dibattito democratico e del sano funzionamento della macchina amministrativa. E ciò, opportunamente valutato dal Prefetto e dagli organi di controllo competenti, potrebbe inficiare il Consiglio di ieri.

Per sommi capi possiamo esprimere le nostre impressioni, rimandando alla relazione del consigliere di minoranza Ferraiuolo che contiene una serie di puntualizzazioni sia nel metodo che del merito degli argomenti trattati.

Colpisce il rifiuto di inserire nell’ordine del giorno la richiesta, presentata da Ferraiuolo cinque giorni prima del Consiglio, di discutere del problema dei trasporti. Ad oggi vediamo il Quirino ancorato a Cala d’Inferno e definitivamente uscito dalla roulette delle navi in partenza da e per Ponza, solo perché impossibilitato a spostarsi. E nel casino dei giorni di ferragosto, non sappiamo chi si è attivato per una soluzione momentanea, ma sicura. Certo, la nave Filippo Lippi destinata a Ventotene, fa pensare che la spinta a risolvere il problema sia venuta dal sindaco della nostra sorella minore, che era sul posto a gestire l’emergenza.

E’ diventata, poi, oggetto di discussione animata tra Ferraiuolo e gli esponenti della maggioranza, la sciatteria con cui è stato approntato il verbale dell’ultimo Consiglio Comunale, in cui manca qualche pagina delle dichiarazioni fatte dal consigliere di minoranza, mentre sono riportate due volte altre pagine. Atteso che è un atto pubblico da inviare ad organi di controllo, il consiglio comunale di Ponza mostra scarso rispetto verso le istituzioni in genere e verso la minoranza la cui voce viene silenziata.

Passando alle opere pubbliche: molte attese aspettano ancora di essere realizzate.

Era previsto per l’estate il rifacimento della strada di Cala Fonte, come dichiarato pubblicamente durante l’inaugurazione del Veliero (leggi qui), quando il sindaco promise anche l’apertura del dispensario farmaceutico.

Ricordiamo che in uno dei primi consigli comunali, dopo il suo insediamento, lo stesso aveva dichiarato inoltre che il Veliero sarebbe diventato anche sede di uno sportello bancario e dell’ufficio postale di Le Forna. Ad oggi, niente dispensario, niente banca e l’ufficio postale funziona a giorni alterni.

Si è capito anche che, dopo il passaggio ad Acqua Latina della gestione del rifornimento idrico e del depuratore, il Comune va a risparmiare un botto di soldi (centomila €) in elettricità che, naturalmente, adesso pagherà la tanto vituperata Acqualatina… o no?

Come si è anche capito che, se tocchiamo il tema delle consulenze e delle collaborazioni, mancano trasparenza ed indirizzo politico. Ai limiti di spesa imposti per legge ed all’elenco di tutti gli ambiti in cui sono previste, non è seguita la scelta di quelli che vanno privilegiati per le necessità dell’isola con i relativi costi.

E’ stata, insomma, fortemente percepita dai presenti al Consiglio Comunale la scarsa sensibilità mostrata dagli amministratori verso questo spazio pubblico che è quello più alto della democrazia isolana.

La difficoltà di accedere agli atti in discussione, i verbali delle precedenti sedute poco curati e la conduzione stessa del dibattito dovrebbero far sorgere qualche dubbio su un certo modo di procedere e di relazionarsi nell’amministrare Ponza.

Ci auguriamo che questi modi di essere siano stati dettati dal calendario (20 agosto) e dall’assenza del ‘Comandante in capo’ in vacanza.

 

In appendice all’articolo:
L’intervento del Consigliere Comunale Francesco Ferraiuolo nel corso del Consiglio Comunale del 20 agosto 2015 in merito al punto all’o.d.g. “Approvazione bilancio di previsione per l’esercizio finanziario 2015, della relazione previsionale e programmatica e del bilancio pluriennale per il triennio 2015/2017”, in file pdfL’intervento di Ferraiuolo al Consiglio Comunale del 20.08 2015

Condividi questo articolo

1 commento per Il Consiglio Comunale di ieri 20 agosto. A voler pensar male…

  • La Redazione

    E’ stato aggiunto, in Appendice all’articolo, il file .pdf dell’intervento del Consigliere Francesco Ferraiuolo nel corso del Consiglio Comunale del 20 agosto 2015 in merito al punto all’o.d.g. “Approvazione bilancio di previsione per l’esercizio finanziario 2015, della relazione previsionale e programmatica e del bilancio pluriennale per il triennio 2015/2017”.

Devi essere collegato per poter inserire un commento.