Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

0016-016 g i-21-h-21 sfb v-2-20 100

Frammenti di un sogno americano. La traduzione di un documento del 2001

Condividi questo articolo

proposto da Silverio Lamonica
Two of the three partners of the Venice Restaurant

 

Omaggio del Congresso Americano al “Venice Restaurant”
di Ronca, Feola e Scarogni

I Deputati del Congresso Americano rendono omaggio, con encomi solenni, ai cittadini benemeriti che svolgono con zelo e grande professionalità il proprio lavoro in qualsiasi campo: professionale, artistico, scientifico, militare, commerciale…

In data 5 giugno 2001, tale tributo ha interessato le famiglie Ronca, Feola e Scarogni (ponzesi doc) ed è stato loro rivolto dall’On. José E. Serrano in sede ufficiale. Traduco, qui di seguito, il contenuto del Bollettino Ufficiale del Congresso:

File .pdf del documento ufficiale: Encomio del Congresso americano. 5 giugno 2001

Stati Uniti d’America
Atto del Congresso
Atti e dibattiti della 107^ Seduta Congressuale, Prima Sessione

Camera dei Rappresentanti
Tributo all’Original Venice Restaurant
e
alle famiglie Ronca, Feola e Scarogni

On. José E. Serrano di New York

Martedì 5 Giugno 2001

Signor Speaker, oggi mi accingo a rendere omaggio alle famiglie Ronca, Feola e Scarogni che in data 20 giugno 2001 celebreranno il loro 50° Anniversario di attività commerciale, a conduzione familiare, condotta con successo nel Sud del Bronx; l’originale Venice Restaurant, già sito all’angolo di fronte all’attuale sistemazione, al n. 772 East 149^ Strada.

I membri di queste tre famiglie provengono dalla bellissima isola di Ponza, Italia. Arrivarono nel Bronx come immigrati per mettere alla prova, con entusiasmo, la loro esistenza, impegnandosi con un duro lavoro a cogliere le opportunità offerte in questa grande terra.

Il Venice Restaurant fu aperto nel 1951 da Fred Guarino. Lo gestì fino al 1958. Da quell’anno, fino al 1962, Giovanni Ronca e Silverio Migliaccio diressero questo caratteristico locale del quartiere. Il Signor Ronca continuò nella gestione del ristorante fino al 1975 quando Steve Scarogni ed Elio Feola ne assunsero il controllo. Nel 1988 il Signor Scarogni trasferì l’esercizio dall’altra parte della strada dove ora si trova. E dodici anni più tardi, Francesco Feola e Filippo Vitiello si aggiunsero al Signor Scarogni come soci.

Attraverso tutto questo tempo, questi cugini e nipoti del fondatore del Ristorante hanno mantenuto la medesima alta qualità del cibo e del servizio che ha reso il Venice Restaurant un classico locale del quartiere. Conosciuto per i suoi squisiti piatti di pasta, le costolette di vitello, polli e pesce, preparati giornalmente nel locale, i membri di queste famiglie continuano a svolgere per il popolo un’operazione di prima classe in quell’area.

Signor Speaker, è un altro esempio stupendo di immigrati in questo paese, che hanno raggiunto la loro meta, vivendo il “Sogno Americano”. Il loro successo ricorda a ciascuno di noi il contributo che gli immigrati hanno dato con continuità alla nostra economia e al miglioramento di questo paese.

Signor Speaker, chiedo ai miei colleghi di unirsi a me nel rendere omaggio alle famiglie Ronca, Scarogni e Feola augurando loro di proseguire nell’attività con successo”.

 

Si tratta di un riconoscimento molto importante, considerato che – nella medesima data – il Congresso degli Stati Uniti rese omaggio ad altre eccellenze: il musicista Hal David (notissimo negli USA per i suoi componimenti lirici) per il suo 80° compleanno, relatore l’On. Howard L. Berman della California, nonché al 180° Stormo Aereo da Caccia e alla 555^ Banda dell’Aeronautica Minitare USA che si distinsero in varie operazioni in Iraq, vigilando sulla “no fly zone”, prodigandosi anche in molte altre imprese militari e umanitarie in varie parti del globo; relatore l’On. Marcy Kaptur dell’Ohio.

L’avvenimento fu riportato anche dalla stampa di New York, a cura della giornalista Sondra Levin, la quale ha integrato il dispositivo parlamentare riportato sopra, con altri particolari riguardanti le vicissitudini del gestore Elio Feola, deceduto nel 1983 e Silvia Scarogni, sorella di Steve, morta nel 1998 all’età di 49 anni e aggiunse che tra i clienti del locale c’era anche l’attore Paul Newman.

Qui il file .pdf dell’articolo di Sondra Levin: La notizia sui giornali americani. By Sondra Levin. Copia

 

In Italia ai cittadini benemeriti vengono conferiti dal Presidente della Repubblica le varie onorificenze: Commendatore, Grand’Ufficiale, Cavaliere… sarebbe opportuno che ne venissero insigniti anche coloro che, all’estero, ricevono analoghi riconoscimenti, come nel caso in questione.

Sightseeing New-York

Condividi questo articolo

1 commento per Frammenti di un sogno americano. La traduzione di un documento del 2001

  • Pasquale

    Caro Silverio
    Le Istituzioni ( quelle lontane, però!) gratifichino quelli che hanno dato lustro alla Patria pur stando lontano da essa: ciò è giusto ed opportuno.
    Un tizio ( non ricordo chi) mi ha detto che i Ponzesi :
    a) Stanno per intitolare una piazza o una via agli emigrati
    b) Stanno per organizzare manifestazioni annuali in loro onore
    c) Pensano di offrire loro agevolazioni per un eventuale soggiorno
    d) Pensano di far equiparare il costo del biglietto di viaggio a quello che loro usufruiscono.
    Per tutto questo si stanno attivamente battendo!
    Sarà vero? – Pasquale

Devi essere collegato per poter inserire un commento.