Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

d-04 paolo-17 ss16 sl372210 Cunicoli semisommersi nei pressi delle cosiddette grotte di Pilato Un rimorchiatore rimesso a nuovo

San Silverio pellegrino in una tavola

Condividi questo articolo

di Luisa Guarino
San Silverio. Tavola in Chiesa

 

Mi è capitato in occasione della festa di San Silverio di incontrare, un paio di giorni prima della solenne celebrazione, l’effigie di San Silverio Pellegrino, che secondo una consuetudine introdotta da diversi anni, per tutto il mese di giugno, dall’Entratura del 9 giugno e per tutto il tempo della Novena, fa tappa in varie località del centro e non solo. La mattina ‘dell’incontro’ il Pellegrino era alla Punta Bianca, dove a fare gli onori di casa c’era Elena Coppa (di Mariettino). A lei ho chiesto qualche spiegazione perché sapevo che negli anni precedenti veniva portata in pellegrinaggio una statua del Santo di piccole dimensioni, mentre ora vedevo una tavola dipinta.

“Sono un paio di anni che la statua è stata sostituita da questa tavola – mi ha spiegato Elena con gentilezza -, trovata all’interno della sacrestia: ci sono le iniziali di chi l’ha realizzata, S.F., e le lettere P.G.R, Per Grazia Ricevuta”. Nella parte in basso del dipinto c’è il mare in tempesta, il cui solo colore incute paura: tra le onde un’imbarcazione battuta dai flutti, in alto la figura del Santo patrono che sembra tenerla d’occhio, per preservarla insieme ai suoi occupanti da una tragica fine.

San Silverio pellegrino. Tavola

Una condizione piuttosto diffusa, uno dei momenti in cui le preghiere dei fedeli ponzesi maggiormente si rivolgono a San Silverio perché stenda una mano su di loro e li aiuti. In una circostanza simile, comune a tantissimi marinai, vicini o lontani dalla loro isola, deve essersi trovato anche S.F., che “Per grazia ricevuta” ha voluto offrire al patrono quel dipinto, chissà se realizzato da lui stesso o da qualche professionista: pare però che la tavola non rechi una data.

Dopo la permanenza nella cappella della Santa Croce alla Punta Bianca, la tavola con l’immagine di San Silverio è stata posta sullo stesso altare del Santo, (momentaneamente vuoto, perché Lui si trova su quello principale), e circondata di fiori. Resterà lì immagino fino al 20 luglio, quando poi il legittimo Proprietario tornerà al Suo posto.

A proposito, mi piacerebbe promuovere un mini sondaggio: a chi piace la soluzione della statua di San Silverio collocata in alto sull’altare principale, così lontana dai fedeli, che amano tanto guardarLo negli occhi? A me no.

San Silverio. Tavola P.G.R. Part.

Condividi questo articolo

Devi essere collegato per poter inserire un commento.