Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

pa-01 foto-13 sfb f-04 ss18 05

‘A filosofia d’i corne

Condividi questo articolo

By Sang’ ‘i Retunne

Venerdì-pesce-295x300[1]

.

GigginoTu che sai quasi tuttecose, che so’ ‘i corne?
Sang’i Rutunne – Sono delle protuberanze ossee che hanno alcuni animali.

Gg – Uilloco ‘u vvi’ ‘u professore? Comme cazz’ parli? Fatt’accapì.
SR – Le corna sono delle ossa esterne che hanno alcune specie di animali. Mò è chiaro?

GgOoo!!! E tanto ce vuleva? Mò vulesse sape’ pecché a ‘nu cristiano ‘u chiammano curnuto? ‘A do’ se vedono ‘sti corne?
SR – Ma che vuo’ vede’? Sono simboliche, non nascono al genere umano. E’ un modo per definire una persona tradita.

Gg –  Perciò, si uno è cornute ci’aggia crede e basta!? nun pozz’ave’ i pprove d’i corne che uno tene?
SR – No, le prove non sono facili. Di solito questa cosa nasce nella coppia quando uno fa cornuto all’altro. Tu hai mai fatto le corna a tua moglie?

GgAzz’ no? Tra me e Assuntina ci’avimme fatto mezz’isola.
SR – E te pareva! Bell’arrobba!

GgPerò, chell’ ca nu’ capisc’, è pecché quando a caccia ‘u cane mie se mangia ‘na quaglia me dicene: “tiene ‘nu cane curnuto”.
SR – No, in questo caso il cornuto sei tu per due motivi: uno perché il cane ha tradito te e un altro perché è ora ch’u faie mangia’ a chella povera bestia.

Gg – A sì? Allora vediamo se ho capito. Se mentre stai a caccia muglieréte vene a’ casa mia e s’infila ‘ndu lieto ‘i Assuntina, io e te siamo cornuti?
SR – Come al solito non hai capito niente. Giggi’, in quel caso il cornuto sarei solo io.

GgAzz! Allora tra femmene nun vale?
SR – Tra femmene? E che ‘mbruoglie è chiste… Mamma mia!

GgAh! Mò io faccio i ‘mbruògli?
SR – Sinceramente non ho capito dove vuoi arrivare. Chissà che tiene ‘ngapa. Mah..!

GgAllora… he sape’ ca i paisani tuoi dicene: “Sti quatt’ curnute hanno ‘nchiuvate ‘nu paese sane sane e ce stanno cacciann’ for’ d’a casa nosta”.
SR – ‘U sapimme, e allora?

Gg –  I cafoni ponzesi si sbagliano di grosso: i curnùt’ nun song’ i quatt’ d’a piazza, ma chi è arrimast’ futtuto. ‘Uaglio’… ‘u curnuto si’ tu cu’ tutt’i paisani tuoi. E’ chiaro?

avere-le-corna[1]

Condividi questo articolo

2 commenti per ‘A filosofia d’i corne

Devi essere collegato per poter inserire un commento.