Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

si v2-24 74 hp0053 giovanni-darco-1973 sl372216

Lettera aperta al Consigliere Maria Sandolo, delegato al Cimitero del Comune di Ponza

Condividi questo articolo

riceviamo in Redazione dal Comitato Rinascita per Ponza
Cimitero. Scala accesso piazzetta

 

Oggetto: Parte del cimitero è da troppo tempo inaccessibile.

Signora Consigliera,
molti cittadini hanno richiesto una nostra iniziativa nei Suoi confronti per sollecitarla per risolvere il problema del cimitero in generale e quello dell’accessibilità in sicurezza dell’area detta “la batteria”, che da tempo è chiusa.

A novembre, per la commemorazione dei nostri morti, abbiamo ascoltato il Sindaco ringraziare la protezione civile per aver, a rischio della loro vita, pulito quelle tombe. Noi ci aggiungiamo ai ringraziamenti ma chiediamo – a nome di tutti i parenti delle tombe da tempo inaccessibili – che si trovi una soluzione definitiva e in tempi brevi.
Chiediamo che si passi dalle parole ai fatti.

Cimitero. Lapidi più basse

Ricordiamo quello che lei signora Consigliera Sandolo ha affermato assumendo la delega al cimitero:

“L’obiettivo della nostra Amministrazione è consacrare il cimitero come ‘Monumentale’, facendone risaltare la bellezza che tutto il mondo ci invidia per il panorama che offre e, nello stesso tempo, creare un nuovo cimitero.
Tutti noi sappiamo che una parte del cimitero si trova in zona rossa con l’accesso interdetto per motivi di sicurezza. La messa in sicurezza dell’area costerebbe parecchi milioni che nessuno ha a disposizione. E così, d’intesa con il Commissario straordinario della Regione Lazio per le grandi opere di messa in sicurezza, si è deciso di utilizzare la somma disponibile di circa 700 mila euro per creare una nuova area cimiteriale.
Sarà nell’area a sinistra dell’attuale cimitero, dove fra l’altro ci sono importanti resti archeologici come la villa di Giulia che in questo modo saranno messi in luce, con il pieno consenso della Sovrintendenza. Nella nuova area non potranno essere edificate cappelle, ma ci saranno ossari che permetteranno la traslazione delle celle oggi in area proibita della “Batteria”, consentendo così il ripristino del culto dei propri cari”.

Consigliera Maria Sandolo queste sono state le premesse del suo impegno, ma nell’attesa del cimitero monumentale la sua inattività sta precludendo a molti viventi il diritto di portare un segno di affetto ai propri morti sul vecchio cimitero.

Non siamo contrari all’allargamento del cimitero come prospettato, ma la domanda è: la ‘Batteria’ l’abbandoniamo a se stessa?
Noi pensiamo che in ogni caso la ‘Batteria’ attualmente chiusa non possa essere abbandonata  a se stessa, per evitare che l’incuria e l’abbandono finiscano per provocare dei crolli a catena e poco a poco tutto il cimitero rischierebbe di crollare  Pensiamo che forse che un intervento di consolidamento del muro debba essere fatto comunque per evitare un collasso più ampio.

Sollecitiamo una sua azione risolutiva che permetta ai tanti cittadini di Ponza di portare finalmente un fiore ai loro morti o spostando i loculi o aprendo l’area interdetta.

Comitato Rinascita Per Ponza

Cimitero. Scoglio rosso e Zannone

Condividi questo articolo

1 commento per Lettera aperta al Consigliere Maria Sandolo, delegato al Cimitero del Comune di Ponza

Devi essere collegato per poter inserire un commento.