Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

0024-024 0050-050 m q-01 61 Una giovane cernia bruna: Epinephelus marginatus

Altro giro… altra corsa

Condividi questo articolo

di Martina Carannante

.

Ieri sera sono usciti i nuovi orari per i collegamenti con la terraferma in vista delle prossime vacanze pasquali e l’inizio della stagione turistica.

Da Terracina entra in servizio l’unità veloce con i seguenti orari: per l’accesso agli orari della Navigazione Libera del Golfo, apri qui.

NLG.2015

Il problema sorge proprio con gli orari dell’aliscafo da- e per Ponza.
Se i ponzesi e non residenti erano rimasti molto contenti dell’orario estivo dello scorso anno, non si può dire lo stesso per questa prima trance di collegamenti, in particolare per gli orari dal 8/4 al 23/4 con l’Agostino Lauro costretto al bacino.

Per gli orari degli Aliscafi da “Il Gazzettino del Golfo”, leggi qui

Gli orari di questi 10 giorni circa per i ponzesi, in particolare per gli studenti, sono a dir poco indecenti.

Gli studenti che per nove mesi ogni fine settimana viaggiano per tornare a casa sempre carichi di incertezza e spesso rimanendo impossibilitati alla partenza, ancora una volta sono penalizzati dalla Laziomar privata.
Capiamo che la società deve far il suo tornaconto e che in un’isola turistica come Ponza, non si può più guardare all’autoctono, ma oltre… Ma ciò per NOI è inaccettabile!

Voglio ricordare alla società e alla nostra amministrazione che in ogni caso sono gli studenti che tutto l’inverno viaggiano e contribuiscono all’incasso finale, non i turisti che all’isola si affacciano dai primi week and di maggio agli ultimi di ottobre.

Se possiamo capire la necessità degli orari dal 3/4 al 7/4 e quelli del 25/4 e 1/5, il resto è proprio incomprensibile.

Fino a circa una settimana fa era stato in bacino il Monte Gargano e l’Agostino Lauro costretto a giostrarsi tra le due isole con partenza da Formia alle 15:00; perché anche questa volta la triangolazione non è stata prevista, ma si è andati ad agire a discapito di Ponza?
A chi serve un aliscafo che parte da Formia alle 10:45 arrivando alle 12:00 in concomitanza con la nave che parte alle 9:00, lasciando un buco di collegamenti di circa 6 ore fino alle 17:30???

Questo orario non solo non consente agli studenti di ritornare in maniera agevole a casa, ma penalizza tutti coloro che devono partire a rimanere bloccati a Formia un giorno intero.
Per non parlare della mancata corsa mattutina da Ponza dell’unità veloce non solo il lunedì (quando si partiva alle ore 6:30 per favorire il ritorno degli studenti in terraferma), ma di tutti i restanti giorni alle 8:00.

Spero vivamente che l’Amministrazione di Ponza possa farsi sentire e far apporre una modifica agli orari dal 8/4 al 23/4… Di tempo a disposizione ancora ce n’è e sarebbe una vittoria per tutti poter tutelare chi per Ponza veramente macina miglia!

Giostra

 

Condividi questo articolo

5 commenti per Altro giro… altra corsa

  • La Redazione

    Pur con le bizzarrie di una forma inconsueta – il sindaco che non ci considera e non ci legge come sito, ma che risponde a Martina perché “la conosce fin da bambina”; una domanda fatta sul sito cui si risponde su Fb e viene ripresa sul sito; insomma con tutti i disagi che i cattivi tempi che corrono impongono – pubblichiamo la risposta che è stata girata in Redazione da Martina stessa.
    Viene aggiunta, a seguire, all’articolo base

  • La Redazione

    Il Sindaco attraverso la posta del Sito chiede la rimozione della sua risposta sulla questione degli orari Laziomar; ci autorizza invece a indicare che ha risposto a Martina su Fb

  • francesco ferraiuolo

    Chi ha parlato di situazione kafkiana?

  • Questo giovane amico è un esperto del settore e non ha pregiudizi, per cui va ascoltato con rispetto:

    Gianmarco De Chiara: “L’anno scorso le doppie corse primaverili non erano solo il 1° Maggio, ma bensì dal 16/4 al 4/5 (20 giorni). L’emergenza, non sarà 10 giorni. ma 15 giorni, dall’ 8/4 al 23/4, i sabati ne sono due 11/4 e 18/4. La triangolazione ai ponzesi sta bene dato che era alternata! E’ l’unità Agostino Lauro Jet che è una lavatrice non idonea per i nostri mari! Il Monte Gargano la triangolazione la fa senza problemi dato che è fresco di bacino. Sono i “Ventotenesi” che non digeriscono il “giro via Ponza” questa è la VERITA’. Si ricordino che “noi” l’abbiamo fatto x 15 anni!. Poi si parla di orario di lavoro max 14 ore, dato che l’ equipaggio inizia un’ora prima della partenza e finisce un’ora dopo l’arrivo, quindi si poteva ‘triangolare’ senza problemi partendo alle 7:00 Ventotene-Ponza-Formia (così da Ponza partiva alle 8:00), da Formia alle 14:30 Formia-Ponza-Ventotene (arrivando a Ponza alle 15:45 poteva ben proseguire x Ventotene così “loro” da Ventotene potevano avere la partenza 16:30 x Formia e così via alle 18 da Formia x Ventotene. Facendo così Ventotene aveva sempre 2 corse (1 al mattino con via Ponza e 1 al pomeriggio diretta e “noi” la nostra). Detto questo l’orario di Lavoro è sempre 14 ore, quindi non vedo nessun problema, negli anni scorsi nelle emergenze era così; resta il fatto che rimaniamo senza aliscafo da Ponza per 15 giorni!”

  • Giulio Rispoli

    A mio modesto parere, il sacrosanto diritto ad avere il nostro mezzo sulla nostra linea non può essere svenduto per la modica cifra di 5 euro. Si comincia col dito e ci si prende tutta la mano. Oggi abbiamo regalato il Monte Gargano a Ventotene in cambio di 5 euro. Cosa succederà quest’estate quando l’Agostino dovrà andare sulla linea di Anzio se l’Alnilam non sarà in servizio? Ventotene accetterà di nuovo il Maria Donata (mezzo assolutamente inadeguato sia alla tratta che al flusso turistico) o dovremo ingoiare un altro boccone amaro?
    Lo stato di fatto dimostra ancora una volta che l’attuale Laziomar non ha perso le cattive abitudini della vecchia gestione.
    Ventotene aveva e continua ad avere un peso decisamente maggiore e di questo non si può far altro che dare merito al suo sindaco.
    Voglio ricordare l’episodio di qualche emse fa, quando il Tetide non ha effettuato la corsa per un problema ed è stato fatto partire il Carloforte da Terracina per recuperare la sola corsa per Formia delle 15 (da quel che so con pochissimi passeggeri paganti).
    Tali “attenzioni” per noi rimarranno solo un’utopia

Devi essere collegato per poter inserire un commento.