Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

u-24 k2-15 p-06 foto-02 v-10 m3-15a

Mediterraneo Mare Nostrum. Un documento imperdibile

Condividi questo articolo

proposto da Sandro Russo
Calanque_de_Morgiou

 

Se avete 45 minuti a disposizione, guardate questo video-documentario-film che compendia e sviluppa molte delle cose che abbiamo finora scritto sul Mediterraneo.
Si tratta di una realizzazione del 2013, quindi dopo la caduta di Gheddafi (2011) e prima dell’esplosione mediatica dell’ISIS.

.

Da YouTube: Mediterraneo Mare Nostrum – un film di Michael Pitiot

.

.

.

Didascalia da YouTube – Da Marsiglia a Tangeri, da Alessandria d’Egitto a Roma, da Barcellona a Gerusalemme, dai deserti aridi alle garighe provenzali, un documentario per raccontare il mito e la meraviglia del Mediterraneo, il Mare Nostrum.

Musica. “A Story for Tomorrow” di Armand Amar feat. Nuria Rovira Saia

 ***

Quello che si può visionare su YouTube, trasmesso da Rai5, è la seconda parte di un lavoro complessivo di 90 min.
Descrive gli antefatti e gli eventi storici seguendo in linea di massima l’impostazione del MuCem di Marsiglia – vedi i quattro articoli dedicati, sul sito -, con cui peraltro il filmato chiude.

Michael Pitiot è uno scrittore, navigatore e regista francese, nato nel 1970. Dal 2001 al 2003 organizza con il reporter Arnaud de la Grange il progetto Portes d’Afrique, circumnavigazione dell’Africa, insieme con dodici grandi scrittori tra cui Erik Orsenna, Jean Marie Gustave Le Clézio e Jean-Christophe Rufin. Collabora con il fotografo Yann Arthus-Bertrand per il film Planète Océan, 90 minutes, France télévisions, Universal Pictures (2012).
Il suo lavoro Méditerranée, di 90 minuti, per France télévisions è del 2013.

La grotta Cosquer, con cui invece il filmato inizia (come se ne fosse stata troncata la parte precedente) è una delle più interessanti grotte sommerse al mondo, per la presenza di graffiti preistorici i più antichi dei quali risalgono a circa 27.000 anni fa (quindi più antichi di quelli della grotta di Lascaux – Francia sud-occidentale, risalenti a “solo” 13.000 anni or sono). Prende il nome da Henri Cosquer, un sub francese che la scoprì nel 1985; la scoperta venne resa nota solo nel 1991. L’ingresso è situato nel mar Mediterraneo a 37 m. di profondità, pochi km ad est di Marsiglia (molte altre notizie su Wikipedia).

Grotta Cosquer

Graffiti grotta Cosquer. Cheval noir

Lascaux_painting

Due immagini dalla grotta di Cosquer (sopra) e graffiti della grotta di Lascaux (sotto)

Immagine di copertina. La grotta Cosquer vista dal mare, nel Calanque de Morgiou (Marsiglia)

Condividi questo articolo

Devi essere collegato per poter inserire un commento.