Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

f-a i-21-h-21 u-28 u-32 f4-2 99a

Racconto d’oltre mare

Condividi questo articolo

di Francesco De Luca
Traghetto-Ponza.-Banchine

 

Martedì, levante forte: “chissà se la nave viene…”. Il levante è di casa a Ponza e non è considerato un mare proibitivo.

Verso mezzogiorno infatti, la prua del postale fa capolino nel porto. Le onde non sono trattenute da nulla e il grande scafo ha qualche difficoltà a manovrare. Deve girare su se stesso dando al mare di levante l’agio di frangersi sul suo grande corpo che non risponde ai comandi del motore bensì alla forza del vento e delle onde.
Vengono in aiuto gli ormeggiatori. Devono dare alla nave l’aiuto del “corpo morto”. L’operazione non è straordinaria ma, nel parapiglia, la corda si impiglia nell’elica. La barca degli ormeggiatori è fuori uso e si chiede l’aiuto della Guardia Costiera.

Il gommone rosso esce dall’attracco e reca soccorso agli ormeggiatori. Ma l’aiuto maggiore lo chiede il capitano della nave che stenta ad avvicinarsi al molo perché il levante la sballottola. Il capitano allora chiede di poter usufruire di una ulteriore corda che fermi la prua della nave al molo Musco. In questo modo l’ancoraggio sarebbe più sicuro. Sì, però, con questa cima, l’entrata nel porto Borbonico verrebbe impedito ad ogni natante (anche se il tempo frena chiunque dall’uscire in mare).

La Guardia Costiera nega l’autorizzazione.

Il grande scafo, dopo un tempo di travaglio, riesce a mettere a terra il portellone. Finalmente.

Un’altra pagina di disagio è stata scritta per il Ponzese. No, c’è uno strascico foriero di maggiori futuri disagi !

Il Comandante della nave non ha inghiottito il diniego alla sua richiesta e invia una nota alla Guardia costiera: con il levante in porto l’attracco non è sicuro per cui…
L’indomani, mercoledì, levante forte, la nave non viene. Una operazione navale che ha trovato soluzione in anni di viaggi e di esperienze, adesso risulta pericolosa. Per beghe fra istituzioni che sono lì a protezione della popolazione.
Poveri isolani !

Ma è un racconto o una cronaca di fatti accaduti ?

Ho età avanzata… non ricordo se l’ho visto ieri mattina a Ponza o se me lo ha raccontato il povero papà.

Attracco difficile

Condividi questo articolo

Devi essere collegato per poter inserire un commento.