Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

foto-0003 mg ponza-cala-feola-sottocampo-raffaele-sandolo-con-la-nonna-avellino-maria-moglie-di-emiliano-sandolo-1955 101a 85 Astroides calycularis

Anche i “forestieri” sono stati bambini!

Condividi questo articolo

a cura della Redazione

 

He… he… comme dicette Totò: Forestieri si nasce..! Ed essi modestamente, lo nacquero!”.

 

Forestiero Vitiello Sandro:
Sandrone. Al Centro.

Ie song’ ’u piccirill’ al centro, a dx nella foto Livio detto Lione; a sx Cesare (cliccare sulle foto per ingrandirle)

Forestiera Bosso Rita:

rita …nghè

Forestiero Russo Sandro:
Sandro piccolo. Con Maria Russo. Franco Zecca copia

…Song’ chillu cchiù pitt’ (già da allora!), insieme a Franco Zecca e a una cugina di Cassino

 

Forestiero Guarino Luisa

Luisa & Silverio

Sono in posa con mio fratello Silverio, forestiero anche lui! (…così piccolo e già forestiero! – sempre Totò)

 

Forestiero Di Fazio Enzo

Enzo con il padre sul piazzale del Faro della  Guardia

Nella prima foto (biafrana) non mi si può guardare: nella successiva sono reduce da una cura di fegato di merluzzo!

Enzo al balcone della casa di Silverio Serpico sugli  Scotti.

Forestiera Conte Rosanna

Rosanna Conte col fratello Salvatore

Con mio fratello Salvatore a Sant’Antonio

Condividi questo articolo

1 commento per Anche i “forestieri” sono stati bambini!

  • Silverio Tomeo

    Chi è fuori è fuori, chi è dentro è dentro. Quindi: chi è fuori è etimologicamente (se pur illogicamente) forestiero. Chi è dentro, invece? Intanto per essere dentro devi risiedere dodici mesi l’anno. Solo così avrai diritto ad essere considerato come appartenente alla riserva indiana protetta, che deve godere dei giusti privilegi del caso. Ad esempio sconti sulle tratte di mare, diritto di voto su referendum immaginari, pass per pescare e cacciare fuori stagione, bonus per le mozzarelle di bufala, devozione esibita per i miracoli, libero commercio delle patelle. In quanto ai doveri: chi è dentro avrà prossimamente il dovere di favorire una lista unica di salute pubblica attorno al Sultano di turno, per garantire così la prosecuzione delle miracolose innovazioni già intraprese e il benessere della comunità protetta residente. La corrispondenza di ogni tipo tra chi è dentro e chi è fuori andrebbe monitorata e censurata, per evitare soffi d’aria e raffreddori a chi è dentro, con il rischio di inutili distrazioni.

Devi essere collegato per poter inserire un commento.