Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

p-18-3di4 k2-24 40 arrivo-in-spiaggia Il re delle triglie: Apogon imberbis Spugne, briozoi e astroides

Furastieri

Condividi questo articolo

by Sang’ ’i retunne
Alieno.2

Giggino – Tu che sai quasi tutt’ cose, secondo te chi so’ i f’rastieri?
Sang’ ’i retunne – Con questo termine di solito identifichiamo i turisti.

Gg – E allora ce stanno pure i “turisti ponzesi”.
Sr – Non mi pare che questa categoria esista. Vorrei capire dove vuoi arrivare: chi sarebbero secondo te i turisti ponzesi?

Gg – So’ chille ca stann’ a Formia tutt’a semmàna e ’u sabbato venene cca a romp’i scatule.
Sr – A sì? E questi secondo te sono da mettere nell’elenco degli ospiti periodici?

Gg – Ecciertamende. Tanto p’accummencia’ hanna pava’ ’a tass’i sbarc’, hanno guarda’ll’isola e s’hanna sta zitt’-e-mosca: nun ponne dicere “A”. E’ chiaro?
Sr – Scusa, e perché mai tutto questo? Solo perché non stanno qua in modo permanente?

Gg – Ecciert’. I punzise verace sono chille ca vivene e stanne cca tutte l’ann’, no chille ca so’ ponzise ’a sette generazziòn’, ca parlano punzese, pènzene punzese, vìven’ punzese e arragionano punzese. So’ partute? …e peggio p’a’lloro: hanno perz’ ’a nazionalità punzese. Mò so’ f’rastieri. E quando tornano so’ “turisti ponzesi” e comm’e “turist’” s’hanna cumpurta’.
Sr – Perciò, secondo te, allora è chiù punzese “Maradona” c’u nonne mie che è muort’a ’Merica?

Gg –  Essicuro: chi va a’ Svizzera perd’u post’!
Sr – Sinceramente questa teoria non la posso accettare. E uno, secondo te, per evitare di perdere la “nazionalità” ponzese cosa dovrebbe fare?

Gg – Ma è semblice: a’ matina parte e va a fatica’ …e poi a’ sera torna.
Sr – A me pare un poco complicato. Visto che ccà ’a fatica nun ce sta, alla fine chi resta ponzese?

Gg – ’Uagliò, t’ea modernizza’, sinnò ccà nun cagne mai niente. E’ chiaro?
Sr – Ma queste nuove regole chi l’ha decise? Su quali fonti sociali e culturali si basano?

Gg – È ’u vient’ del cambiamendo: ccà s’adda cagna’ ’a capa a’ ggente. Intanto s’adda capi’ chi è e chi nunn’è punzese, insomma chi po’ e chi nun po’ pparla’.  E se fin’a mmò non s’è fatta ’sta distinzione, sai ’a colpa ’i chi è?
Sr – Di chi?

Gg – Proprio d’i “turisti punzise”. Song’ allòr’ ’a vera arruina nosta. Ma mò ca ci hann’arraputo i ppalle dall’uocchie, sappimme addò sta ’a verità. I turisti ponzesi so’ troppo addietrogradi,  fann’i sendimendale, so’ rimaste a cient’anni fa e ce bloccano ’u progress’ pecché nun canoscene i probbleme nuoste.
Sr – Bisogna vedere però cosa intendi per progresso.

Gg – Uggiesù. Guard’a ccà comme stamm’accunciate: nun tenimme ’na strada a quatte còrzie che va d’i Fforne a Ponza; nun tenimme n’aeroporto pe’ l’aerei e pe’ miracolo tenimme chill’elicottero; nun tenimme ’na cinquantina ’i pale eoliche pe’ fa’ ’a currente a’ggratis; nun ci hanno fatto spiana’ ’a muntagna ’i Chialiuna, e a Frontone, purtroppo, per colpa’lloro s’arradda fa’ ’n’ata campagna elettorale per scarrupa’ proprio tutte cose; nun ce vonno fa’ mette l’antenne ’i otto ripetitori telefonici; nun vonn’ fa fa’ ’u puort’ c’a scugliera tra ’u Scoglie Russo, l’Isigavi e Lucia Rosa… hanno criticato ’u trenino lillipuzziano, boicottato i cessi  ’i plastica, hanno fatto spari’ tutt’i cupertùn’ isolani… E mò bbasta! …nuie ccà ci hamma campa’! E’ chiaro?
Sr – Comincio a pensare che stavamo meglio quando stavamo peggio.

Gg – ’Uagliò, nuie stamme male per colpa d’i filosofi comm’è te, he capito?
Sr – Io vuless’ a sapè chi t’i mett’ ’ngape cierti ccose.

Gg – È gente ponzese, no turisti ponzesi ’mbriacune cumm’e te.
Sr – A sì? E dimmene uno.

Gg – Ie nomme nun ne faccio, nun song’ spione e po’ teng’appaura, ma te pozze dice com’è fatto: è tutt’ pelato, tene ll’uocchie ’i pazz’ e sta sempe cu ’nu sigario mmocca. Parla pure punzese … c’u l’accento romano. Chiù punzese ’i chiste!

Venerdì pesce

Condividi questo articolo

2 commenti per Furastieri

Devi essere collegato per poter inserire un commento.