Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

i-25 i-32 l-04 Foto di gruppo ss12 59

Saggezza paesana. Cca, ’u fatto è notte…

Condividi questo articolo

di Francesco De Luca
Mare di notte

 

Cca, ’u fatto è notte…

Chi era divoto e se vatteva ’mpietto

mo iastemma, e aspetta ’a morte pe’ despietto.

A ggente se cunsola c’a televisione

e pensa: quanta sorde farragge ’a prossima staggione.

Intanto ’stu vierno simme rimaste quatte iatte.

Rusecammo dinto e parlammo a schiatta.

E n’appicceco continuo:

c’u vicino, c’arrobba i prete d’i parracine,

c’u Comune, ca mette tasse a muntune.

Se vive ’i speranze:

farranno ’u Puorto,

farranno ’u cimitero,

farranno Chiailuna cu’ i sorde d’u cielo.

Ma a cinghia d’u cazone se stregne

e aumentano i dulure ’i panza,

aspettammo ca fenesce ’a nuttata

e ce sazziammo ’i ’iastemmate.

’U piatto è bello e cuotto:

cca, ’u fatto è notte.

Condividi questo articolo

Devi essere collegato per poter inserire un commento.