Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

0027-027 i-36 k2-24 t5-19 113 93

Un poeta chiamato Jacques Brel (2)

Condividi questo articolo

proposto da Sandro Russo
Jacques Brel. Pp

 

Il nous fallut bien du talent
Pour être vieux sans être adulte
Da Brel: La Chanson des vieux amants]

Ma c’è voluto del talento
per riuscire ad invecchiare
senza diventare adulti
[La cover di Franco Battiato (Da “Fleurs”, 1999)]

È stato con le parole delle canzoni di Jacques Brel che abbiamo per la prima volta conosciuto la magia di Parigi (La valse a mille temps), l’amore e noia per la propria terra natale (Le plat pays); la disperazione dell’amore (Ne me quitte pas) ma anche il suo versante ironico, come il goffo innamorato che ostinato attende una donna che non verrà (Madeleine).
Ci ha insegnato Brel, ancor prima del Maggio francese, che i borghesi sono come i maiali: “On leur montrait notre cul et nos bonnes manières / En leur chantant: “Les bourgeois c’est comme les cochons / Plus ça devient vieux, plus ça devient bête”.
E infine, cento mille canzoni più tardi, tanto tempo passato e la gioventù un ricordo, La chanson des vieux amants.

L’altro Jacques (Prévert) è venuto solo dopo; almeno nella nostra formazione poetico-sentimentale.

Ma l’energia di Brel è rimasta indimenticabile; la verve che metteva nelle sue esibizioni, il modo in cui riusciva a rappresentare un tutt’uno di immagini parole e musica
Una per tutte: La valse a mille temps:

.

.

.

Poi se ne parlò sempre di meno, per molto tempo non ci chiedemmo se perché eravamo cambiati noi o chissà cos’altro (le notizie a quei tempi non circolavano così veloci come adesso)…

Fino a sapere poi che era andato a morire alle isole Marchesi, nella Polinesia francese per una malattia che non lasciava scampo.
La sua tomba è vicina a quella di Paul Gauguin, nel cimitero di Atuona, a Hiva Oa

La tomba di Gauguin a Hiva Oa

La tomba di Jacques Brel a Hiva Oa

 

Le plat pays

.

 .

La prima parte del tributo a Jacques Brel si può leggere (e ascoltare) qui

[Jacques Brel. (2) – Continua qui]

Condividi questo articolo

Devi essere collegato per poter inserire un commento.