Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

a1-12a c2-16 d-03 u-01 v8-6a Prateria di Posidonia oceanica

La seconda fase amministrativa

Condividi questo articolo

di Vincenzo AmbrosinoGiro di boa

 .

Dello stesso Autore, sulla prima fase, leggi qui

.

Il Sindaco in un incontro con gli studenti ma anche in altre occasioni, annuncia la seconda fase del suo mandato amministrativo:

  • I cantieri di lavoro già in opera  per migliorare l’arredamento di  Sant’Antonio e quello per il rifacimento dei colori al porto borbonico;
  • Fra breve avremo la nuova centrale elettrica spostata al monte Pagliaro: risultato storico;
  • Apriremo di nuovo Chiaia di Luna. Una scogliera semisommersa ci permetterà di allargare la spiaggia; senza toccare la falesia potremo di nuovo fare i bagni in sicurezza. E’ chiaro che anche il tunnel romano sarà messo in sicurezza e l’acqua che scende dal Monte Guardia sarà convogliato in modo definitivo;
  • Avremo una svolta ecologica per quanto riguarda la raccolta della RSU, che avverrà casa per casa, sarà differenziata e la componente organica sarà smaltita a Ponza;
  • Frontone resterà aperto sicuramente in sicurezza e con maggiori servizi per i giovani e le famiglie;
  • I lavori per le Forna che vedranno la ristrutturazione delle fogne e quindi la messa in funzione del depuratore a Cala Feola;
  • Faremo i porti: le scogliere a Ponza centro che amplieranno e proteggeranno le attività portuali, ma anche a Cala dell’Acqua avremo un porto turistico;
  • Faremo i campi boe tutto intorno l’isola.
  • I collegamenti che sono già ad alto livello miglioreranno ulteriormente perché il rapporto tra il Comune e i nuovi proprietari Laziomar sono perfetti;
  • Miglioreremo la viabilità, la mobilità dei ponzesi e dei turisti;
  • Miglioreremo l’arredo urbano;
  • Apriremo nuovi siti archeologici, dopo la cisterna romana della Dragonara apriremo anche la Grotta del Serpente in modo da dare una nuova offerta turistica; serviranno guide turistiche, conoscenza delle lingue, inglese, francese, cinese
  • Incrementeremo il lavoro ai giovani: abbiamo fatto riconoscere alla regione Lazio che a Ponza ci sono terreni agricoli e con questo vogliamo iniziare a portare progetti di nuova agricoltura per dare lavori ai giovani e mitigare nel contempo il dissesto idrogeologico;
  • Il successo strepitoso della prima serie di “Un’altra vita”, ha spinto la Rai e quindi la produzione a programmare un’altra serie che vedrà ancora lavoro e successo per Ponza e i Ponzesi;
  • Avremo a breve una biblioteca a Le Forna, i libri già ci sono, la struttura è quasi ultimata;
  • Stiamo rilanciando lo sport a Ponza con la riorganizzazione della nuova polisportiva e con nuovi entusiasti dirigenti: oltre al calcio con il campionato di seconda categoria in atto, sono partiti i corsi di scuola calcio per i più giovani ma poi rimetteremo a posto il pallone e lì faremo campionati di pallacanestro, di pallavolo, di calcio a cinque. Faremo dei campi da tennis e poi dei corsi di scherma, senza dimenticare il ping-pong.

Gli studenti hanno apprezzato?

Cosa dicono i cittadini, le associazioni di categoria, le associazioni culturali, i membri della minoranza consiliare?

Ho sentito dire che a breve, sembra a fine mese, ci sarà un Consiglio Comunale che tratterà, tra i tanti argomenti, anche dei porti.

Supponiamo che veramente questa amministrazione in poco più di due anni riesca a portare a compimento la maggior parte dei progetti che ha annunciato, sicuramente qualcosa cambierà, ma attenti, non sto dicendo che qualcosa cambierà in meglio o in peggio: dipende da come vengono realizzati e con quali fini!

Per quanto riguarda i progetti sui giovani, non ho molto da dire; spero solo che vengano realizzati al più presto.

Per quanto riguarda la raccolta differenziata casa per casa e la lavorazione della componente organica in loco – anche se i benefici ai cittadini in termini di risparmio sono legati all’incremento progressivo della raccolta e della differenziazione che dipende  dall’efficienza dell’organizzazione, dalla collaborazione tra cittadini e operatori, pur se i  fattori che devono incrociarsi favorevolmente rimangono tanti – io ritengo comunque che questo progetto dell’amministrazione possa senz’altro essere sperimentato.

Le mie perplessità riguardano gli investimenti strutturali ideati da questa amministrazione:

  • I porti a Ponza centro e a Cala dell’Acqua, i campi boa, lo sviluppo turistico di Frontone e il recupero di Chiaia Di luna.

Tutti questi progetti strutturali vanno portati avanti ma bisogna comprenderne approfonditamente i costi e i benefici.
A mio modesto avviso l’Amministrazione Vigorelli sicuramente deve passare dalla prima fase amministrativa che ho definito della politica del corpo a corpo alla seconda fase della politica amministrativa che io auspico essere del coinvolgimento della popolazione residente.

Una politica che certamente accolga con favore l’assist positivo lanciato dalla promozione turistica della fiction ma consapevolmente riconosca che un’isola rimane un’isola, con le sue peculiarità ambientali, sociali per cui economiche che non si possono stravolgere.

 “Le scelte politiche dell’Amministrazione, i nuovi investimenti strutturali a mio avviso vanno misurati, per farli calzare a pennello, sull’esile corpo sociale, economico e ambientale della nostra isola e devono avere una sola funzione, quella di favorire i residenti a restare sull’isola anche nel periodo invernale!”

 

Convocazione del prossimo Consiglio Comunale in file .pdfConvocaz Consiglio Comunale per il 26.11.2014

Condividi questo articolo

1 commento per La seconda fase amministrativa

Devi essere collegato per poter inserire un commento.