Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

2009-07-22_19-28-47 c-01 i-02 vb-24a ponza-cala-feola-sottocampo-maria-avellino-moglie-di-emiliano-sandolo-e-nonna-di-raffaele-sandolo-1952 la-famiglia-vitiello-seduta-su-gli-scogli-giuditta-luca-maria-monica

La posta dei Lettori. Due poesie di Gianna Della Folgore

Condividi questo articolo

la Redazione
Postaa

 

Della lettrice che ci manda queste due brevi poesie sappiamo solo che le ha scritte quando ha insegnato a Ponza. Se vorrà darci ulteriori particolari e impressioni del suo ‘periodo ponzese’ o inviarci altri scritti, ne saremo contenti.
l. R.

Lanternino d'inverno

L’inverno a Ponza

Il vento sibila forte,
le barche attraccate al porto si urtano,
si spingono, dondolando morte.
Le onde alte, impetuose,
battono rabbiose contro gli scogli.

E’ tutto silenzio intorno, non c’è persona.
Di tanto in tanto un cane ti fa compagnia,
non c’è allegria ma solo tanta nostalgia
di quel paese ormai lontano
e raggiungerlo è un pensiero vano.

mare-dinverno

 Fioriture primaverili da sopra Chiaia di Luna

Aria di primavera

Che voli spensierati
fanno le rondini appena arrivate.

Che lunghe passeggiate
fanno le maestre per le vie isolane
infinite e strette.

Nel cielo non rimbombano
più tuoni e saette
ma un sole tiepido e timido fa capolino
nel fare l’inchino.

E poi i bambini
con le loro bancarelle
rendono le vie fascinose e belle.

Fioriture primaverili

Condividi questo articolo

1 commento per La posta dei Lettori. Due poesie di Gianna Della Folgore

  • giammaria di santo

    Poesia di Gianna Della Folgore
    Scuola materna Santa Maria.
    Appena scendo le scale mi trovo dinanzi un’immensa distesa marina che mi accompagna fino a Santa Maria. Per arrivare al mio posto di lavoro devo passare davanti alla casa di Roberto ’i scarrafone” (non è un delinquente ma solo un disadattato). Imboccato un tunnel senza luce né marciapiede, eppur si attraversa a piedi, qualche metro più in là la bella scuola di forma arrotondata che ormai ho salutato per non tornarvi più!

Devi essere collegato per poter inserire un commento.