Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

102 92 0011-0002-03 peche-1973 La tana dei re di triglie Spugne che si contengono lo spazio

Il viaggio attraverso il Mediterraneo di Simone Perotti (3)

Condividi questo articolo

La Redazione
Simone_in_barca_

Per l’articolo precedente leggi qui

 

Ripreso integralmente dal Blog di Simone Perotti, con inserimenti e link a cura della Redazione

Cinque anni di giro del Mediterraneo a vela, trasportando apparecchiature scientifiche per la ricerca, e con la volontà di incontrare e far incontrare esponenti della cultura, del giornalismo e della politica di tutte le sponde del mare nostrum. Un’impresa tutta italiana, portata avanti da persone un po’ folli con un ideale ‘romantico’ che per anni hanno cercato pazientemente istituzioni e supporter che li aiutassero a renderla possibile.
L.R.

Mediterranea

L’attività e la comunicazione

Mediterranea sarà il vettore di molti progetti in ambito culturale, filosofico, artistico, sociale, scientifico, politico. La barca navigherà con equipaggi diversi per tutto il tempo del suo viaggio e in molte delle sue tappe:

  • farà comunicazione sul suo arrivo, la sua permanenza, le sue finalità
  • accoglierà inviti a partecipare a presentazioni, dibattiti, seminari
  • entrerà in contatto con istituzioni culturali nazionali e internazionali, associazioni ed enti con analoghe finalità
  • coinvolgerà uomini di pensiero, imprenditori, artisti, diplomatici invitandoli a bordo per dialogare e confrontarsi su temi e argomenti adeguati al proprio progetto
  • promuoverà attività di riscoperta e valorizzazione delle specificità enologiche, gastronomiche, tradizionali dei paesi e dei luoghi toccati con l’obiettivo di raccontare i sapori e il gusto della grande storia culinaria mediterranea
  • comunicherà quello che vede e che scopre durante il proprio viaggio, senza censure e senza manipolazioni, diffondendo fotografie e racconti ai principali organi d’informazione come agenzia di stampa primaria in loco
  • raccoglierà campioni di mare, rocce, alghe dal mare, dai fondali o dalle foci dei fiumi per consentire l’analisi e la mappatura ambientale del Mediterraneo
  • registrerà e comunicherà avvistamenti di fauna e flora, di navi e attività illecite, di anomalie ed avvenimenti
  • accoglierà a bordo viaggiatori che vogliano unirsi al grande viaggio e vogliano collaborare alla sua avventura
  • svolgerà attività ricreative, del tempo libero, viaggi nell’entroterra delle località toccate, visite a scopo culturale
  • tenterà di godere il più possibile del viaggio, del mare, della bellezza dei luoghi, condividendo lo stesso piacere con chiunque voglia partecipare secondo le regole che verranno comunicate.

Per aumentare la propria capacità operativa ed estendere le potenzialità della sua azione, Mediterranea stabilirà accordi a progetto, o permanenti, con associazioni, enti, istituzioni in ambito culturale, sociale, scientifico, universitario, di ricerca con cui stabilirà partnership e collaborazioni.

Mediterranea sarà inoltre autrice e promotrice di:

  • un grande progetto editoriale fotografico originale sul Mediterraneo (che non c’è)
  • un libro che racconterà l’avventura del viaggio e darà spazio alle “Voci del Mediterraneo” che raccoglieremo. Un libro-intervista, un libro-racconto, un affresco di pensieri e progetti, uomini e idee.
  • interviste e resoconti di esponenti d’eccellenza delle arti, del sapere, dalla gastronomia alla filosofia, da veicolare su tutti i mezzi disponibili alla comunicazione
  • immagini video e interventi in collaborazione con media radiotelevisivi
  • interventi radio periodici con network partner del viaggio
  • un blog quotidiano con il libro di bordo, le annotazioni, le immagini, gli eventi e gli appuntamenti organizzati o a cui la barca parteciperà
  • un’attività di comunicazione quotidiana sui principali social network
  • un’attività di ufficio stampa per la comunicazione sui media on line e off line
  • presentazioni del viaggio e dei suoi contenuti nel corso di eventi culturali, editoriali, o in seno a festival e programmi di enti e associazioni

 Simone Perotti al timone

Partner
Partner naturale e privilegiato di Mediterranea è il mondo della ricerca e dell’università, tanto in ambito umanistico quanto in ambito scientifico. Con i dipartimenti di ricerca interessati, Mediterranea stabilirà accordi di studio, creazione di eventi, stesura di resoconti e testi, presentazioni al fine di sostenere l’attività di ricerca finalizzata a scopi coerenti con la sua missione

Partner adeguati saranno anche alcuni soggetti istituzionali, europei, italiani e internazionali, nonché alcuni soggetti associativi e di promozione, in grado di supportare il viaggio da un punto di vista generale e delle relazioni internazionali ma anche finanziario, di mezzi, di opportunità.

Partner possibile è anche il mondo dell’impresa che abbia tra le proprie finalità e relazioni l’area del Mediterraneo e che condivida integralmente le premesse valoriali e culturali del progetto Mediterranea.

Partner auspicati sono anche gli individui, singoli e non per questo di minor importanza e impatto, in grado di seguire, partecipare, sostenere, sia nei mezzi che nella comunicazione, un viaggio di cui condividano e intendano favorire le finalità e la metodologia.

 

Sostentamento
Per finanziare il viaggio e le attività, Mediterranea accoglie finanziamenti europei, nazionali e internazionali tra quelli previsti nei capitoli di sostegno alle attività di ricerca con scopi culturali, sociali e scientifici.

Mediterranea stipulerà accordi di sponsorizzazione e accoglierà contributi di enti e associazioni offrendo in cambio visibilità sulla barca, sui comunicati, sui siti e nelle principali attività di valorizzazione del viaggio che fanno parte integrante del progetto. Ciò potrà avvenire sub iudice alle proprie norme di autoregolamentazione che prevedono l’esclusione di soggetti con collegamenti diretti o indiretti a business bellici, commercializzazione di prodotti nocivi per l’ambiente, o che non operino in ossequio alle più restrittive norme sul rispetto dei diritti civili, della tutela dei minori, delle normative sindacali e di tutela dei lavoratori.

Per sostenersi, inoltre, Mediterranea offrirà a velisti e appassionati di mare l’opportunità di condividere il viaggio unendosi all’equipaggio e sostenendo il progetto con un contributo economico.
Mediterranea attiverà sui principali siti di fund raising e crowdfunding un sistema di raccolta individuale che consentirà a tutti di contribuire anche con minime donazioni alla riuscita del proprio ambizioso progetto.

Uomini-senza-vento

Note
Mediterranea ha l’obiettivo di accogliere a bordo compagni di viaggio gratuitamente, o con minimi contributi-barca. Sarebbe un sogno. Se riusciremo a realizzare questo avremo la grande gioia di accogliere a bordo membri dell’equipaggio che vogliano accompagnarci durante questa spedizione nei luoghi più remoti del Mediterraneo.

Tuttavia, se non dovessimo riuscirci, condivideremo il viaggio con chi vorrà raggiungerci chiedendo una quota di sostegno al progetto. Inoltre, nelle stagioni e nei luoghi più belli, dedicheremo alcune settimane all’anno per svolgere attività di charter nautico, senza tuttavia distogliere rotta e attenzioni dalla propria preminente finalità.

 

Simone Perotti parla del “Progetto Mediterranea”; in video, da TouTube

.

Simone Perotti è uno scrittore e un marinaio. Ha pubblicato dieci libri, tra cui la raccolta di racconti Zenzero e Nuvole (Bompiani, 2005) e i romanzi Stojan Decu, l’Altro Uomo (Bompiani 2005) e L’estate del disincanto (Bompiani, 2008). Inoltre: Adesso basta (2009), Uomini senza vento (Garzanti 2010, ambientato tra Ponza e nel Mediterraneo – leggi qui), Avanti tutta (2011), Ufficio di scollocamento (2012), Dove sono gli uomini? (2013), tutti per Chiarelettere. E’ un blogger de “Il Fatto Quotidiano”; ha scritto e condotto su Rai5 il programma  televisivo “Un’altra vita”, e dal 2006 ha raccolto un’ampia community intorno al suo sito web.

 

[Il viaggio attraverso il Mediterraneo di Simone Perotti-(3) – Fine]

Condividi questo articolo

Devi essere collegato per poter inserire un commento.