Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

i-02 p-17 vic k1-15a k2-16 premiazione-vincenzo-onorato

Ricordo di don Luigi Dies

Condividi questo articolo

proposto da Francesco De Luca

'U parecchiane Dies tra i suoi ragazzi in una foto sulla Madonna della Civita

 

Don Luigi Maria Dies nacque a Gaeta il 14 ottobre del 1912.

In ricordo e con gratitudine i giuvene d’a ’Mmaculata Antonio De Luca, Francesco De Luca, Tonino Esposito e Nino Picicco, ripropongono questa sua canzone: O Mano piccola.

C’è poesia nelle parole, trasporto nella melodia. Per noi: pausa del cuore, oasi di bellezza, calda nostalgia, felice coscienza.

.

Ascolta qui dal  file mp3 :

.

O Mano piccola

 

Quella tua bianca mano che accarezza

Lieve e innocente il capo mio pensoso

E’ come l’onda mossa dalla brezza

In un meriggio caldo e luminoso

 

L’onda non stanca torna e poi si parte

Ed al ritorno suo splende la riva

Proprio come la mano tua, con arte

I miei pensier costringe alla deriva

 

O mano candida

Dono sovrano

Il cuore umano

Possiedi tu

 

Se sfuggo come sauro senza morso

Se m’impenno e scavezzo senza freno

Quella tua man mi stringe ed il rimorso

Suscita e in fondo a me torna il sereno

 

Sei come l’onda che offre alla bufera

Il volto suo contenta e si strapazza

Se non lambisce arena alla scogliera

Costringe il vento e frange il mar che impazza

 

O mano piccola

Morso sovrano

Il cuore umano

Sol domi tu

.

Immagine di copertina: ‘U parecchiane Dies tra i suoi ragazzi in una foto sulla Madonna della Civita

Lapide ricordo per il parroco Dies nella Cappella del Cimitero di Ponza

Lapide in memoria del parroco Dies nella Cappella del Cimitero di Ponza (cliccare per ingrandire)

Condividi questo articolo

Devi essere collegato per poter inserire un commento.