Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

lam-04 u-08 30 cesto-aragoste i-veterani Cunicoli semisommersi nei pressi delle cosiddette grotte di Pilato

Le nostre Isole come itinerario turistico alternativo (1)

Condividi questo articolo

di Giuseppe Mazzella
La Biodiversità e Geodiversità del Golfo di Napoli. Libro

 

Promuovere l’Arcipelago Ponziano come itinerario turistico-culturale alternativo. Questo è quello che si prefigge l’escursione-studio organizzata dall’Istituto di Ricerca e di Didattica Ambientale – IREDA di Napoli, sotto la guida dei professori Elio Abatino e Maria Teresa Lipartiti.

Da oggi 12 al 16 settembre, infatti, un gruppo di docenti visiteranno le isole via mare e a terra, per promuoverne la conoscenza dal punto di vista ambientale, storico e geologico.
L’Istituto napoletano è da circa quarant’anni impegnato nella riscoperta e nella valorizzazione delle isole del Mar Mediterraneo. E con questo appuntamento settembrino intende approfondire con la visita dei luoghi il patrimonio delle nostre isole.
L’excursus si collega alle manifestazioni istituite per l’Anno Internazionale della Biodiversità e Geodiversità delle Giornate Culturali Europee del Patrimonio Forestale per il 2014.

Il prof. Elio Abatino

Il Prof. Abatino conosce e studia Ponza dal 1970, quando preparò la sua tesi di laurea studiando dei carotaggi profondi nel fondale delle isole.
“Da quel mio studio – afferma – ho potuto rilevare che le isole erano ricoperte da un’ampia vegetazione di querce che furono tagliate all’epoca della colonizzazione borbonica. E che le isole erano collegate alla terraferma all’epoca dell’ultima glaciazione di 19.000 anni fa, quando il mare si abbassò per oltre cento metri, Queste isole, poi, rappresentano un campionario di varietà sotto il profilo geologico e della fauna marina. Un patrimonio che merita di essere conosciuto e valorizzato.

L’itinerario ponzese si inserisce in un percorso che ci vedrà impegnati prossimamente in un Convegno internazionale che terremo a Parigi o in un’altra località europea, per far conoscere il nostro patrimonio e proporlo al turismo come un’alternativa alla solita vacanza di mare e di sole”.

Queste ed altre indicazioni verranno offerte dal convegno che si terrà presso l’Hotel Ortensia a Le Forna alle ore 21 del 15 settembre, in cui non solo verranno illustrate le finalità del progetto, ma sarà possibile interagire con i docenti, approfondendo tematiche ambientali e geologiche del nostro arcipelago.  

.

 [Le nostre Isole come itinerario turistico alternativo. (1). Continua]

Condividi questo articolo

Devi essere collegato per poter inserire un commento.