Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

0054-054 p-18-4-di-4 ss26 23 L'ingresso pricipale delle grotte di Pilato presso il porto Il corallo solitario:  Balanophyllia europea

Il viaggio di Joe Conte

Condividi questo articolo

la Redazione

.

Con piacere pubblichiamo la testimonianza – in un breve scritto e molte immagini – del ritorno a Ponza di Joe Conte: un desiderio covato a lungo di visitare la terra da cui è venuto suo nonno Silvio Conte, nato a Ponza il 23/10/1894 da Camillo e Scotti Francesca. Suo nonno, non ancora undicenne, l’11/05/1905  fu iscritto nel Registro della Gente di Mare (Libretto di Navigazione) . Ma qualche anno dopo, giovanissimo, emigrò negli U.S.A dove lavorò in miniera. Si sposò ed ebbe molti figli. Si stabilì a Detroit. Nel 1940 ottenne la cittadinanza americana. Joe è un suo pronipote.  
2. Partenza
3. A bordo
4. Il faro di Gaeta

I recently had the wonderful opportunity to visit Ponza, the Island where my grandfather was born. My friend, Maggie, and I were met at the ferry by my cousin, Silverio Lamonica, for a car tour of the Island and more information about our family history in Ponza. The next day we enjoyed a wonderful dinner with Silverio, his wife, Annamaria, son Faust and cousin Paulina. I also got to meet another cousin, Anna, who is an English teacher there and others we happened into on our tour of the Island. What a beautiful and magical place. I hope to return next year for a longer visit and more family time. It is true, the warmth and love of family is a blessing and a gift and I am so very grateful to have seen beautiful Ponza, a place I’ve heard so much about over the years.  Ciao.
Joe

5. Tra Zannone e Ponza
6. L'arrivo

Ho avuto di recente la meravigliosa opportunità di visitare Ponza, l’isola in cui è nato mio nonno. La mia amica Maggie ed io siano stati attesi al traghetto da mio cugino, Silverio Lamonica, per un giro in macchina dell’isola, ricevendo anche maggiori informazioni sulla nostra storia familiare a Ponza.

Il giorno successivo abbiamo goduto di un’ottima cena con Silverio, sua moglie Annamaria, il figlio Fausto e la cugina Polina.
Sono anche riuscito ad incontrare un’altra cugina, Anna (Ennia Mazzella – NdR), che è un’insegnante di inglese e altri che ci è capitato di incontrare nel corso del nostro giro dell’isola.

Che posto meraviglioso e magico!
Spero di tornare il prossimo anno per un soggiorno di maggior durata e più tempo da stare in famiglia.

E’ vero, il calore e l’amore sono una benedizione e un dono e sono molto soddisfatto di aver visto la meravigliosa Ponza, un posto di cui tanto ho sentito parlare nel corso della mia vita.

Ciao
Joe

Joe Conte e Silverio Lamonica


7. Silverio sotto la statua a Pisacane
8. La spiaggia di Chiaia di Luna dall'alto
9. La rada dai Guarini
10. Altra angolazione della rada
11. Joe Conte e l'amica Maggie
12. Maggie con Silverio

Integrazione di notizie (a cura di Silverio Lamonica)

Silvio Conte (nonno di Joe) era fratello di mia madre Amalia Conte e di Matilde Conte (nonna di Ennia Mazzella), tanto per chiarire i rapporti di parentela.

Nel 1967 venne a Ponza Daniel Conte, zio di Joe e nel 1976 fu la volta di una sorella di Joe, Teresa.
L’ultima generazione di italo-americani, in tanti casi, è molto interessata a scoprire le proprie radici.

Libretto navigaz.ne di Silvio Conte

Silvio Conte cittadino americano


13. Monte Guardia e Punta Fieno

14. Maggie e Joe dal belvedere della Linguana
15. Tramonto dietro Palmarola
16. La stele ai caduti
17. Chiesa. Esterno
18. Chiesa. Interno
19. S. Silverio
20. Partenza

Condividi questo articolo

1 commento per Il viaggio di Joe Conte

Devi essere collegato per poter inserire un commento.