Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

0020-020 u-12 v-2a corrida23 barca-al-porto burghiba-al-confino-alla-galite

Ponza riduce le tasse

Condividi questo articolo

comunicato inviato in Redazione dal Sindaco Vigorelli
Municipio. Orologio

 

“Il principio che deve guidare gli amministratori in materia di tassazione è molto semplice: meglio poco da tanti, che tanto da pochi”, dice il Sindaco Piero Vigorelli per spiegare le decisioni coraggiose del Comune di Ponza, votate all’unanimità in Consiglio Comunale: quella di non aumentare le tasse ai propri concittadini e di colpire con severità le sacche di evasione.

A differenza della grande maggioranza dei Comuni italiani, giovedì 22 maggio Ponza ha adottato il Regolamento dello IUC, le tariffe della Tasi e della Tari, per essere in regola con la legge. In questo modo:

la tassazione è spalmata in più comode rate che partiranno dal 16 giugno, invece di concentrare tutti i pagamenti a fine anno

A differenza della grande maggioranza dei comuni italiani, Ponza:
– ha rinunciato alla prevista maggiorazione dello 0,8 per mille
– ha fissato la Tasi sulla prima abitazione a quota 2,5 per mille
– ha fissato l’aliquota IMU del 10,6 per mille per le abitazioni diverse dalla prima casa

Per la Tari (tassa sui rifiuti) che per legge deve obbligatoriamente garantire il pareggio fra uscite e entrate, il Comune ha deciso:

– di spalmare la tassazione al 60% a carico delle famiglie e al 40% a carico degli esercizi
– di adottare le aliquote più basse, anche inferiori a quelle stabilite per legge, per i piccoli esercizi commerciali
– di redigere il bando di gara per la raccolta dei rifiuti e il loro conferimento in discarica con importi economico-finanziari inferiori a quelli attualmente in vigore, per garantire una diminuzione delle uscite (e quindi delle entrate), un servizio più efficiente ed ecologicamente compatibile

Per recuperare l’evasione fiscale Ponza ha deciso:
– di non concedere ai morosi autorizzazioni di occupazione del suolo pubblico o di noleggio di attrezzature balneari o altro
-di accordare forme di rateizzazione
– di procedere con misure esecutive (atti ingiuntivi, pignoramenti di beni e/o presso terzi…) nei confronti dei resistenti al pagamento dei tributi comunali

“A Ponza la crisi economica generale si riflette soprattutto nel campo dell’edilizia e della pesca (tartassata dalle norme europee), mentre il turismo per fortuna continua a registrare incrementi positivi e significativi”, ricorda il Sindaco Vigorelli.

“Ai turisti l’isola dall’anno scorso offre più accoglienza per i genitori e più coccole per i bambini, più organizzazione e più pulizia, più eventi estivi di cinema-musica-teatro-arte, di cibo e tradizione popolare, di turismo culturale e sportivo. Per l’estate 2014 questi appuntamenti sono stati aumentati di numero e in qualità. Tutto è quindi pronto per una bellissima stagione nella bellissima Ponza”.

 

Post Scriptum.  E grazie a Laziomar adesso guidata da privati e da gente del mestiere, le prenotazioni per le otto tratte da Formia-Terracina-Anzio possono essere fatte online tranquillamente da casa propria, anche fissando giorno e ora del ritorno.  Erano anni, forse decenni, che si attendeva una cosa del genere. Evviva!

Condividi questo articolo

1 commento per Ponza riduce le tasse

  • Giovanni Conte di Silvano

    Speriamo che sia così. Il grazie alla Laziomar per me è fuori luogo, non è cambiato niente, anzi è sempre peggio navi sporche e puntualmente in ritardo, siamo tornati indietro: tre ore per coprire la tratta Ponza Formia… L’unica cosa buona della Laziomar è che sono stati salvati i lavoratori della Snip&Snap, gli unici che hanno sempre garantito un servizio per Ponza e per i ponzesi.
    Ridateci la corsa della nave per Formia alle 5.30 del mattino!

Devi essere collegato per poter inserire un commento.