Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

0031-031 2009-08-13_07-48-27 30 ss01 ss09 Spugne blu

La vendetta è di gomma

Condividi questo articolo

di Sang’ i retunne
Gummy

 

 Gigino – Simme addeventate ‘nu popolo ’i fetiénte.
 Sang’ ’i retunne  – Ah, ora siamo diventati così? Prima come eravamo?

 Gg – Apprimma nunn’ era accussì… se rispettava ’a rrobba ’ill’ate, se puteva lascia’  ’a porta senza catenaccie, nisciuno te tuccava ’i ccose toie ’nda campagna e abbasci’a marina. ’A quanne so’ arrivate ’sti turisti è ’na rruina.
 Sr – Non è così: il turismo ci ha portato da vivere e ci ha consentito di avere quello che non avevamo prima; siamo noi che siamo cambiati.

Gg – A mme ’sta gente f’rastera m’ha purtate sule ’rruina.
Sr – Famm’a ccapi’, mò che t’hanno fatto ca stai accussì ’ngazzato?

Gg – Aggio truvato ’u vuzze tutte scurtecato, cocche mariolino s’è fettute i parabordi.
Sr – Ma chi vuo’ che s’i va’ a ppiglia’ i parabordi tuoi? Erano di plastica o di corda?

Gg – Erano quatt’ cupertune ’i Cinquecento. ’Nu capolavoro, come grandezza e gomma. Chille, pe’ risparmia’, ce mettevano poco bitume e perciò nun spurcavano. Perciò se l’hanne futtute… lo so.
Sr – Ma no, ma no, ti stai sbagliando, non è stato un furto, è stata la campagna di raccolta contro l’inquinamento del mare.

Gg – E pe’ non inquina’ ’u mare me scassano ’u vuzzo a mme? E chi è stato ’stu scienziato?
Sr – E’ stata un’iniziativa per raccogliere i copertoni usati affinché non inquinassero il mare e l’ambiente.

Gg – E che vuoi dicere… ch’i rrote d’a machina ’i Tonino misse a parabordi inquinano ’u mare d’i muort’alloro?
Sr – Certo! …sono potenziali elementi inquinanti. Il tuo è stato un uso improprio.

Gg – Cu’ tanta merda e munnezza ’i tutte ’i specie e che sta pe’ tutte parte, i parabordi miei inquinano?
 Sr – Sai com’è, chille teneven’ ‘a fa vvede’ a’ stampa e a’ televisione che ne avevano raccolti molti… Hanno visto i tuoi così in bella mostra e li hanno presi.

Gg – E cierto, cu’ tutte l’autostrade ca tenimm’ a Ponza, sai quanti ne avevano messi in conto di trovare! Cca tenimme ’o deposito Pirelli!
Sr – Volevano fare bella figura facendo una montagna di copertoni.

Gg – Ah! Ch’i cupertune vulevano fa’ ’na bella figura? Allora facimm’ ’na cosa. Indirò una raccolta di preservativi usati.
Sr – Gigi’, e nun me pare na cosa bbona, me pare chiù ’na strunzata.

Gg – Comme ’na strunzata. Quelli sono di gomma, inquinano, attappene ’i prese d’acqua d’i fuoribord’, spiss’ navigano come le meduse tra i bagnanti e stracquano abbasci’a marina. Quelli sì che sono una disgrazia.
 Sr – Sì, ho capito! …ma sei sicuro che l’iniziativa poi riesce?

Gg – E come no!? In caso non dovesse andare troppo bene, come i copertoni, vang’ a’ casa d’i moglie alloro, li uso e poi li raccolgo abbasce ’i banchine. Sai che bellu muntone!

Condividi questo articolo

Devi essere collegato per poter inserire un commento.