Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

c2-18 f-a i-17 v2-22 foto-03 18

Affittacamere

Condividi questo articolo

di Sang’ ’i  retunneTurista fai da te

 

 Gigino – Vuaglio’, tenisse ’nu pare ’i seggie vecchie ‘a me da’?
 Sang’ ’i retunne – Tenghe chelle d’a nonna mia, ma ce manca ’a paglia… l’è accuncia’.

Gg – Ma che vuo’ accuncia’. Vanno bbone accussì. ’I ’mmett’ accustate a’ tavula, accussì se vedono sul’ i spalliére.
Sr – E ch’è fa’? …’u teatro?

Gg – No, sto appreparanne l’appartamento p’affitta’ ’a staggione.
Sr – E bbrave, accussì diventi anche tu “imprenditore turistico” …E addò ’u tiene, questo “appartamento”?

Gg – Sott’a loggia, di fronte ’u ciardino ’i Civetèlla.
Sr – Ma là nun tenive ’i galline? E’ ’ntufate, senza sfogo …ci vuole un bel lavoro di ristrutturazione.

Gg – Macché..! Aggio fatto ’na bella ianchiata e tutto è perfetto.
Sr – ’Na bella ianchiaiata addo’ tenive ’i galline? …Secondo me stai arrunzànn’ ’nu poco troppo.
Gg – E che ce vulive fa’? …’i ccape d’angele? Caucie e scopa. Pe’ ll’aria aggio araputo ’nu buche ’ndà cantina ’i Verucciéll’.

(Poco dopo)

Sr – Gigi’ cheste song’ i seggie. Oh madonna mia! E che vulisse mett’i turisti cca dinte?
Gg – Pecchè? Che tiene ’a dice? E’ accogliente e raccogliticcio.
Sr – Certo, raccogliticcio non raccolto. Me pare ’nu museo ’i robba vecchia! Ancora puzza ’i mmerda e annanze tiene ’nu mure i canne. A chi cazz’ ’u ’ffitt’ ’stu bbuche?

Gg – Chistu ’cca …è “un angolo romantico e verde con i profumi della campagna isolana”.
Sr –  Sì… ’a puzza ’i gallina e i canne ’i Civetèlla. E po’ nun ce sta ’nu bicchiere uguale a n’ate, tutti i piatti scrostati, i mattunèll’ me pareno ’nu mosaico, ’u cess’ è senza sfogo e c’u cupierchie scassato. Gigi’ …e che schifo!

Gg – Guarda che casa mia è un nido romantico ricco di angoli: ‘angolo cottura’, ‘angolo notte’, ‘angolo cucina’, ‘angolo cesso’, e… Baste! So’ fernute all’angule! E nun voglio che vengono gli amici tuoi mariolini che me scassano tutt’ cose.
Sr – Aeee, vide tu ch’anna scassà. E comme ’i ffaie a’ccanosce “i pariolini”?

Gg – Si’ pròpriete ’gnorante. Sulla carta d’identità c’è scritto “nazionalità mariolina”.
Sr – Ahé! …E che speranza possiamo avere, in queste condizioni?
Gg – Vuagliò, ne parlamm’ a’ fine d’a staggione.

(Qualche mese dopo)

Sr – Gigi’ comm’è gghiuta ’a staggione?
Gg – Aggi’affittato, ma stong’ ’ngazzàt’ niro.

Sr – Non ti hanno pagato?
Gg – Peggio! …Pe’ da’ retta a te me so’ ’ndussecato l’ùrdeme iuòrne!

Sr – T’hanno scassato ’u capolavore?
Gg – No, se so futtute ’u copri-cess’ che era l’unica cosa ch’ avev’accattàte nova! …pe’ sta’ a ’ssente a tte.

Condividi questo articolo

Devi essere collegato per poter inserire un commento.