Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

0032-032 2009-07-21_18-51-35 i-13 k2-24 arrivo-in-spiaggia Probabile Didemnum tunicato incrostante

Presentazione de “Lo Stracquo: l’arte che viene dal mare”

Condividi questo articolo

lo stracquo locandina presentazione

 

Lo Stracquo
L’arte che viene dal mare
alza le vele su “La Signora del Vento”

 

YMF : Giovedì 1° maggio la presentazione della mostra che si terrà a Ponza il prossimo mese agosto 

Lo Yacth Med Festival 2014 ha tenuto a battesimo la prima edizione de “Lo Stracquo – l’arte venuta dal mare”  – Rassegna Internazionale d’arte con materiali  stracquati sulle spiagge dell’Isola di Ponza.

Per tutto il periodo del Festival lo stand de Lo Stracquo è stato visitato da molte centinaia di persone che hanno apprezzato l’iniziativa artistica-ecologica organizzata dalle Associazioni Cala Felci di Ponza e Novecento di Gaeta.

Quando idee e passioni si uniscono spesso esprimono quel valore aggiunto indispensabile per perseguire progetti validi.  E’ quello che pensiamo sia avvenuto per il progetto “Lo Stracquo”.
L’Associazione Novecento ha sposato con entusiasmo un’idea di Monia Sciarra, infaticabile animatrice dell’Associazione Cala Felci di Ponza e di Franco Schiano, socio fondatore della “Novecento”, nonché ponzese doc: organizzare un evento artistico sull’isola ponziana dal suggestivo titolo lo stracquo”, termine ponzese che significa ciò che il mare restituisce e che nel passato ha costituito per diversi personaggi locali una piccola economia di sostentamento e attività ecologica ante litteram.

Il progetto si ispira al rispetto per la natura e in particolare per il mare, partendo da un’antica tradizione ponzese: lo stracquo. Ovvero la raccolta ed il totale riuso di tutto il materiale che il mare porta a riva durante le mareggiate. Una tradizione che modernità e consumismo hanno ormai ridotto ai minimi termini. Infatti oggi quasi tutto il portato finisce in discarica, salvo pochi tronchi di legno destinato ai caminetti, e qualche oggetto recuperato da pochi innamorati, capaci, con la loro sensibilità, di ricavarne oggetti d’Arte.

signora deo vento prua (1)

Si è partiti ospitando sull’isola di Ponza, nella stagione primaverile, 16 artisti attentamente selezionati cui è stata data la possibilità di raccogliere e lavorare gli oggetti dello stracquo.

Se è vero che le rassegne riservate ad artisti che utilizzano materiali di riciclo si contano ormai numerose, la nostra originalità sarà nel riferirsi esclusivamente a oggetti restituiti dal mare e non vi è – secondo noi – località più indicata dell’Isola di Ponza per tenerla a battesimo.

La mostra risponde a più obiettivi: quello ecologico e quello turistico e intende porre l’isola all’attenzione del mondo artistico contemporaneo. Attraverso questa iniziativa si vuole diffondere un messaggio d’amore verso la vita e l’ambiente rappresentando, con le opere dei vari artisti, la morte portata dall’inquinamento e allo stesso tempo la rinascita attraverso il riciclo del materiale recuperato sulle spiagge elevato a opera d’arte.
Vuole anche essere un piccolo contributo per combattere una parte del disastro ambientale, come per esempio quello causato dalla plastica di cui sono ben noti anche gli effetti negativi sulla catena alimentare e sulla riproduzione della vita nel mare.

Con le opere realizzate verrà allestita una mostra nell’isola di Ponza  – presso il Museo Civico dal 1° Agosto al 7 Settembre 2014 –  con un’anteprima di presentazione allo Yacth Med Festival di Gaeta che si terrà sul bellissimo veliero “La Signora del Vento” –  giovedì 1° maggio alle ore 11.oo, con la partecipazione del Presidente Zottola, degli assessori Mitrano e Musella rispettivamente dei Comuni di Gaeta e Ponza, dei presidenti delle associazioni che organizzano l’evento Lieto e Casalino. Mentre l’intervento conclusivo sarà del prof Marcello Carlino. Una degustazione di gastonomia tradizionale ponzese presso lo stand del Comune di Ponza, concluderà la mattinata del 1° maggio. Nel pomeriggio alcuni artisti, partecipanti alla rassegna, eseguiranno in “diretta” opere d’arte con i materiali stracquati raccolti sulle spiagge di Ponza presso lo stand n.254 de lo stracquo.

stand di notte (1)

 

 

Condividi questo articolo

Devi essere collegato per poter inserire un commento.