Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

i-32 i-34 u-03 capone-silverio-01 ss13 hp0056

Notte che se ne va

Condividi questo articolo

di Gaia De Luca

.

Ospitiamo – questa volta e a seguire – delle foto di Gaia come esempio delle tante occasioni che l’isola propone di fissare un momento, riempirlo di significato e consegnarlo alla memoria.
Il messaggio è ai giovani che si accingono a partecipare al concorso fotografico proposto da Ponza racconta (leggi qui).
la Redazione
Notte che se ne va. Small

La foto “Notte che se ne va” prende ispirazione dalla canzone omonima di Pino Daniele.
A me suscita malinconia perché rappresenta l’isola a dicembre nel pieno delle festività natalizie – vedi lucine colorate in alto a sinistra -, eppure è triste, non si nota la gioia (indotta) delle feste. L’aria è tersa, e l’aria invernale, il vento è freddo, umido e ricco di sale.
L’intonaco dei muri è provato, proprio dal sale, proprio dal vento.
Quattro persone in piazza e poi… solo luci.

 

Ascolta su YouTube Pino Daniele in Notte che se ne va, una canzone dal suo quarto album Vai mò (1981)

 

Notte che se ne va
dinto o rummore
‘e chi fatica a sera
Notte astretta
pe’ chi vvo’ durmì
chiude l’uocchie
e nun riesce a capì
Notte ‘e chi fuma sempe
pecchè o tiempo adda passà
Notte ‘e chi s’arrecrea
bussanno e porte dice
nun so nisciuno
Notte ‘e chi fa e cartune
de chi a dinto è cchiù crudo
Notte nun da’ turmiento
a chi se vo’ ‘mbriacà
Notte che vene notte che va
esce stu’ juorno
a chi amma aspettà
Notte ‘e chi sta pensanno a Dio
‘e chi se venne a vita mia
Notte ‘e chi ‘o sape già
‘e chi invece nun’ ha saputo niente
Notte ‘e chi s’accuntenta
ma nun se fa purtà
Notte ‘e chi venne sempe
chello ca’ nun po’ tuccà
Notte che vene notte che va
esce stu juorno a chi amma aspettà
Notte ‘e chi sta pensanno a Dio
‘e chi se venne a vita mia

 

Condividi questo articolo

Devi essere collegato per poter inserire un commento.