Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

0003-003 p-16 foto-02 ss19 Una delle tante vele storiche Probabile Didemnum tunicato incrostante

Una cena ponzese

Condividi questo articolo

di Sandro Vitiello
Ponza a Milano

 .

Per la  preparazione e l’attesa, leggi qui

.

E’ stata una bella serata quella di giovedì 13 febbraio; per noi e per i tanti amici che hanno raccolto il nostro invito e sono venuti a trovarci al Fauno .
Per un po’ di anni, per una sera, questo ristorante della Brianza è stato un punto di incontro per quanti considerano Ponza uno dei luoghi del cuore.
Abbiamo ripreso questa buona abitudine.

BIT. Desk

Mercoledì sera sono arrivati da Ponza i ragazzi del Filangieri, accompagnati dalle proff. Angelida e Ennia.
Con loro c’era un’istituzione della cucina ponzese: Rosaria del ristorante “Punta Incenso” a Le Forna, accompagnata dal marito Girolamo.
Poco prima era arrivato il sindaco di Ponza.

Giovedì mattina i ragazzi di buon’ora sono andati in Fiera e qualcuno ha iniziato a spadellare il menù ponzese.
Piano piano hanno preso forma e sapore alcuni piatti che sono parte della storia culinaria della nostra isola.

Arrivo

 

Drink

 

Girls

 

Apetizers

All’ora di cena è stato servito un  buffet che esaltava la bontà di un superbo vino prodotto con uve della nostra isola: Il Faro della Guardia, vinificato con uve Biancolella  da Casale del Giglio. La più interessante azienda vinicola del Lazio.

A far compagnia ai nostri ragazzi, arrivati da Ponza, sono venuti i tanti amici che abbiamo conosciuto in questi anni, in giro per Ponza e poi ritrovati nelle nebbiose sere della Brianza.
C’era con noi il sindaco di Cesano Maderno – Gigi Ponti – che ha apprezzato la bontà del “Faro della Guardia”.
Ho fatto gli “onori di casa” e ho raccontato di questo grande vino che abbiamo degustato con il dovuto rispetto.
Un prodotto che merita grande attenzione: per la storia che lo accompagna e per il suo valore oggettivo.

Vino Faro della Guardia

Il sindaco di Ponza ha raccontato gli importanti sforzi che la sua amministrazione sta facendo per migliorare i servizi e l’accoglienza dell’isola, per allargare l’offerta culturale e per risolvere alcuni degli annosi problemi con cui Ponza si misura da sempre.

E’ iniziata poi una cena piacevolissima preparata con piatti ben fatti che hanno superato la prova al palato dei ponzesi presenti e degli ospiti “ponzesi di fatto”.
Mentre su una parete scorrevano alcune immagini della nostra isola, tra cui una bella presentazione curata dai ragazzi del Filangieri, le chiacchiere hanno preso il sopravvento.

Tavolata.1

 

TAvolata.2

Si è parlato di cose importanti ma si è parlato soprattutto di Ponza, della sua bellezza, del modo di essere dei ponzesi che arriva al cuore di tanti ospiti della nostra isola.

E’ stata una serata finita “troppo presto” …si fa per dire.

Avremo modo di rinnovare questo piacevole appuntamento sapendo di far bene alla nostra isola e sapendo che i tanti amici di Ponza non faranno mancare la loro presenza.

Alla prossima.

Condividi questo articolo

Devi essere collegato per poter inserire un commento.