Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

0039-039 k2-18 s-04 v4-19a v4-9 68a

I fiori del mare (4). Madrepore e ascidie

Condividi questo articolo

di Sandro Russo
Madrepore e ascidie

 .

Le madrepore o sclerattinie (Scleractinia) sono strettamente affini alle Attinie e come queste appartenenti alla classe Anthozoa; se ne differenziano per la caratteristica di produrre uno scheletro di carbonato di calcio, e simmetria radiata. Molte specie sono organizzate in colonie di polipi molto piccoli.

Tra le madrepore si annoverano le specie dei Fungia (v. foto qui sotto)

Le Madrepore sono “carnivore”, si nutrono di notte di minuto zoopancton o di piccoli pesci. Le madrepore tropicali e le alghe rosse calcaree sono i principali costruttori attuali di scogliere coralline, ammassi rocciosi formati dagli scheletri calcarei di questi organismi viventi o vissuti in ere geologiche passate. Ospitano le zooxantelle, alghe simbionti, che formano molecole organiche con la fotosintesi, contribuiscono all’eliminazione dei rifiuti azotati, e sono determinanti per la deposizione del calcare.

Le scogliere come noi le vediamo sono strutture dinamiche, risultanti da un delicato equilibrio tra la crescita degli organismi costruttori, l’usura meccanica a cui sono sottoposte da parte delle onde e la diffusa opera di distruzione da parte di svariati organismi. Tra i predatori vi sono anche alcuni echinodermi (le stelle di mare) e dei pesci: i variopinti pesci pappagallo ad esempio, hanno un apparato buccale appositamente adattato a triturare del corallo.  

15. Madrepore.Six

Madrepore. Uno sguardo d’insieme di un reef. Dall’alto a sin e in senso orario:; Dendrophyllidae; Goniastrea (Favidae); Astroides calycularis; Madrepora a fungo (Fungidae); Acropora pharaonis

Madrepora cervello. Colpophyllia natans.

Madrepora cervello. Colpophyllia natans

Diversi dai coralli e con un grado diverso di complessità nell’ambito nella scala zoologica sono le ascidie e gli anellidi.
Il motivo per cui sono presentati qui di seguito – sempre per quella storia dei fiori – sarà evidente nelle immagini sottostanti.

Le ascidie (Classe Ascidiaceae, subphilum Tunicati)  sono degli animali marini dal corpo a forma di otre che si nutrono per filtrazione di grandi quantità di acque marine. Hanno in genere una forma globosa abbastanza semplificata, con una estremità per l’introduzione e una opposta per l’eliminazione. Appartengono al phylum dei ‘cordati’, analogamente all’uomo. Si può dire che siano i parenti più stretti dell’uomo, nel mare – oltre ovviamente ai pesci che sono ‘vertebrati’ e quindi ad un livello più complesso della scala evolutiva.

La maggior parte delle specie sono solitarie (ascidie semplici), ma esistono anche specie coloniali.

16. Ascidie.Bis

Due ascidie solitarie, della struttura più semplice

17. Ascidie.Four

Colonie di ascidie, di varie forme e colori, singole e in colonie. Dall’alto a sin. e in senso orario: Herdmania momus; Polycarpa aurata; Ascidia sp.; Clavelina fusca

[I fiori del mare. (4) – Continua]

Condividi questo articolo

Devi essere collegato per poter inserire un commento.