Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

0005-005 l-03 s0-30 v6-1 31 corrida10

Le croci di Ponza. (7). Santa Maria

Condividi questo articolo

di Martina Carannante

Croce di sopra Santa Maria.2

.

Per gli altri articoli della serie, digita – Le croci di Ponza – nel riquadro CERCA NEL SITO, in Frontespizio

.

Oltre alla cappella dedicata al culto dell’Addolorata di cui si è già scritto (leggi qui) e a quella lungo la strada per la salita ‘ai Conti’ (leggi qui), a Santa Maria ci sono due “croci” da inserire nel numero di quelle che stiamo via via enumerando.
Diremo della mini-cappelletta di via Loggia e della croce en plein air del massiccio roccioso ‘sopra le Grotte Azzurre’.

Su via Loggia – la stradina che stacca dalla provinciale e porta alla chiesa e poi alla spiaggia di Santa Maria – c’è una piccola cappelletta, in una rientranza del muro, dove è presente una croce.

Croce via Loggia.0

Croce via Loggia.2

Croce via Loggia.4

Il complesso è stato ristrutturata lo scorso anno, ma la croce, sebbene non presenti i simboli della passione, dovrebbe essere una di quelle apposte dai Padri Passionisti. In base alle domande fatte e alle risposte ottenute non ci è stato possibile risalire alla storia antecedente e alla data precisa della localizzazione.

Rosa  Galano – bella figura di 96enne dalla mente molto lucida – ci ha abitato di fronte dal ’45 in poi e per vari anni, ma lei stessa non ha saputo dire quando era stata messa.  Suppongo, vista anche la datazione  delle altre croci, che questa sia sta lì riposta intorno agli anni ’30 del Novecento dato che tra il 1920 e il 1930 l’isola era frequentata abitualmente dai Padri Passionisti.

Questa estate, in luglio, la cappelletta è stata oggetto di un atto vandalico: la croce, così come un’ effige della Madonna, è stata rubata e successivamente ritrovata poco distante.

Attualmente si presenta incastonata tra le abitazioni, quasi come un tabernacolo più che una cappella, abbellita con pietre e conchiglie
Vista dalla spiaggia

La croce di cui si parla qui sotto, vista dalla spiaggia: visibile circa al centro della foto (cliccare per ingrandire)

La croce sopra il massiccio roccioso delle grotte azzurre non è opera dei Padri Passionisti, e non ha una cappella.  E’ stata sistemata nella sede attuale con buona probabilità intorno al 1932 e benedetta dopo una piccola processione votiva di gente del posto.

Croce di sopra Santa Maria.5

Croce di sopra Santa Maria.6.

Poco altro si sa; è certo che dopo alterne vicende e contenziosi il luogo non è pubblico, ma inglobato in una privata proprietà e protetto da un cancelletto di accesso dotato di lucchetto. Il legno della croce è stato ricavato direttamente da un albero di Ponza e modellata da un maestro d’ascia. Alla sinistra della croce (guardando la spiaggia dall’alto), viene preparato un ‘focarazzo’ in occasione dell’arrivo di San Silverio dal mare,  il 9 giugno creando ancor più un’ atmosfera suggestiva.

Il luogo del focarazzo

 

 [Le croci di Ponza. (7). Continua]

Condividi questo articolo

Devi essere collegato per poter inserire un commento.