Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

h-36 g-01 t3-7a 15 silverio-mazzella sl372236

Paesaggi fornesi. I Sandoli

Condividi questo articolo

di Giuseppe Mazzella

 

Una collina esposta a tutti i venti, quasi una torre d’avvistamento dell’isola.
Una posizione centrale che tutto domina e (quasi) tutto vede.
Questo è il quartiere dei Sandoli, a Nord di Ponza.

Il panorama dal versante orientato verso il porto

Il panorama dal versante orientato verso il porto. Sono visibili  la rada del Core, la Piana bianca e in fondo il Porto

Fino a qualche decennio fa la collina, come il resto dell’isola, era avvolta da una ordinata sequenza di terrazzamenti, le catene, che si spingevano fino all’estremo lembo di territorio sul baratro di Cala Inferno. Oggi anche questa parte è scarsamente coltivata e si è inselvatichita; solo qua e là qualche raro albero.

Molti toponimi di Ponza derivano dagli abitanti che la colonizzarono nel 1734 e ancora nel1772, ma anche dalle famiglie che vi giunsero successivamente.
È questo il caso dei Sandolo che presero questa collina e la elessero a loro residenza.
Ci deve essere in questa scelta un riflesso dell’antica gente il cui cognome si affaccia alla storia portato da una delle più antiche famiglie nobili veneziane.
Sta di fatto che i Sandolo nella prima metà del Novecento divennero i maggiori commercianti di aragoste che portarono per decenni con bastimenti-vivai, i burchielli, ai mercati di Marsiglia e di qui alle tavole più ricche di Parigi.

Oggi la collina nei mesi invernali è quasi disabitata. Si anima solo d’estate, quando vi tornano a soggiornare i proprietari trasferitisi in continente o addirittura emigrati all’estero.

Gennaro Sandolo

Nella foto Gennaro Sandolo, il più anziano abitante della collina omonima

Solo allora si odono richiami, voci calde e un po’ sopra tono, passi rapidi che guadagnano alacremente la salita.
E ancora una volta si ha l’illusione di essere tornati indietro nel tempo, quando la collina risuonava delle voci e delle risate dei bambini che affollavano l’asilo; quello che le suore hanno tenuto in piedi fino a una ventina di anni fa.

Una foto ai tempi dell'asilo delle suore

Una foto ai tempi dell’asilo delle suore

Il panorama dal versante di Nord Ovest.1

Il panorama dal versante di Nord Ovest: Cala dell’Acqua e forte Papa

 

 

Condividi questo articolo

Devi essere collegato per poter inserire un commento.