Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

28-07-2005-0-18-52_0001 k1-14a t3-5a w-1 la-chiesa-di-san-silverio adele-con-nicola-rao-tg-r-lazio

Paesaggi Fornesi. Vespro a Cala Feola

Condividi questo articolo

di Giuseppe Mazzella
Cala Feola. Tramonto.2

 .

Palmarola si staglia sull’orizzonte e contrasta con un cielo che varia ogni momento. È l’ora del vespro.
Il giorno è stato caldo. Ora una leggera brezza lenisce i corpi e rasserena gli animi.
Tutti restiamo ad ammirare lo spettacolo che si apre ai nostri occhi inquieti. Sono gli ultimi attimi di luce, in cui il tramonto dà il meglio di sé.
È come se la stessa vita, prima di spegnersi, volesse ancora una volta esaltare se stessa, regalare gli ultimi sprazzi. Si rimane incantati, mai stanchi, abbandonandoci alla bellezza.

Nel piccolo porticciolo le barche che hanno corso tutto il giorno, ciondolano pigre e civettuole, sapendo che l’indomani saranno assaltate da gioiosi turisti. È come se si godessero anche loro quel fresco per trarne forza.
Le luci rallegrano le colline, illuminano angoli bui, danno conforto nella notte ormai imminente.
Nell’aria i rintocchi della campana dell’“Assunta” a segnare le ore, seguiti da una melodia irruenta e un po’ stonata che invece di invitare alla pace e alla riflessione, suggerisce piuttosto un impegno e una decisione.

Ora il cielo si fa rosso porpora che svaria in altre tonalità fino al turchino.
È l’ultima pennellata del giorno.
Il buio tra poco nasconderà tutta questa meraviglia.

Cala Feola. Tramonto.1

 

Cala Feola. Tramonto.3

 

Cala Feola. Tramonto.4

Condividi questo articolo

Devi essere collegato per poter inserire un commento.