Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

u-13 t6-23 carnevale-1970 ponza-cala-feola-sottocampo-maria-avellino-moglie-di-emiliano-sandolo-e-nonna-di-raffaele-sandolo-1952 hp0050 scansione0002

Storielle ponzesi in pillole. (49). ‘I zoccule

Condividi questo articolo

di Michele Rispoli

Pifferaio

 .

Una signora, ben nota tra i vicini per il suo carattere iracondo, coltivava alcune catene ubicate nel Cavone, chiamato ind’i’cuònt’.
Una mattina, tornato da caccia, la sento bestemmiare a più non posso, senza risparmiare nessun santo del calendario.
Le chiedo: – Ch’è succiéss’? 

Dopo varie altre bestemmie mi dice: – Mò te ci mitte pure tu?
– Calmati, cerca di ragionare… ch’è state?

Aggio spise ’nu sacco ‘i sorde pe’ fa’ zappa’ ’a terra… aggie semmenat’i ffave…
…E giù altre bestemmie.

Io: – Beh! …lo facciamo tutti!

Dopo aver mandato a quel paese me e mio padre, forse perché mi aveva messo al mondo, disse:
– Aggie semmenat’i ffave… doie catene… e chelli puttane ‘i zoccole …se l’hann mangiate tutte quante!

Condividi questo articolo

Devi essere collegato per poter inserire un commento.