Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

0039-039 ep-02 p-07 h-23 ss08 24

Storielle ponzesi in pillole. (38). Gli asparagi di Palmarola

Condividi questo articolo

di Michele Rispoli

Mazzo di asparagi di Palmarola

.

Ernesto torna da Palmarola dopo la stagione degli asparagi, marzo-aprile, e logicamente fa tappa al bar Welcome’s in piazza.

Tra l’altro porta uno scatolone ed un grosso zaino militare pieno di mazzi di asparagi.

Silverio ’u parrucchiere, alias Silverio Spignesi, che abita lì a fianco, dove adesso c’è la farmacia Mazzella, vede tutti quegli asparagi e pensa ad un modo per sfilare un mazzo di asparagi ad Ernesto, approfittando del fatto che la moglie Santina è in dolce attesa.
Ernesto dopo aver sistemato gli asparagi all’interno, esce di nuovo sulla piazza.

’U parrucchiere, mogio, mogio, gli si avvicina e dice: – Ernè’, Santina ha visto la scena degli asparagi… nun’è ca ce po’ succede coccheccosa?

Ernesto capisce al volo, e dice: – Nun te preoccupa’! – e entra nel bar.

Il parrucchiere pensa: – È fatta! …stasera frittata di asparagi!

Ernesto esce dal bar con in mano numero-tre-asparagi e dice: – Parrucchiè’, statte tranquillo! Chella appen’ ’ì vvede, ce passa subbete ’a voglia! 

Condividi questo articolo

Devi essere collegato per poter inserire un commento.