Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

t3-5a vg-02 ss01 36 Immagini storiche di Ponza Prateria di Posidonia oceanica

Ponza negli acquarelli di Alessandro Ardy

Condividi questo articolo

di Luisa Guarino

Acquarelli Pnz 2013 

Personalmente mi sono imbattuta nei suoi lavori solo nel 2012, ma Alessandro Ardy, artista genovese specializzato in tecnica serigrafica, ha cominciato a realizzare i suoi acquarelli di Ponza, cartoline, segnalibri, calendari, nel 2011.
In realtà già da diversi anni i primi contatti con l’arcipelago ponziano erano avvenuti a Ventotene, grazie a Fabio, gestore dell’unica libreria dell’isola, Ultima Spiaggia, conosciuto a Genova, e che poi ha aperto anche a Camogli un’altra libreria con lo stesso nome.

Fino a un paio di anni fa l’attività di Ardy era caratterizzata essenzialmente da serigrafie, integrate in epoca più recente da altre tecniche come l’acquarello, l’acrilico, il collage.

Acquarelli Pnz 2013 Parata

Ligure, come abbiamo già detto, Alessandro Ardy è diplomato al Liceo artistico, vive e risiede per lavoro a Genova (città che lui stesso definisce “soleggiata e fin troppo tranquilla”), e si è specializzato in serigrafie d’arte tra l’altro con produzioni per la Essedi Edizioni.
Ha collaborato con artisti di fama come Spiegelman, Glaser, Loustal, Crepax, Altan, Luzzati, Costantini, Echaurren, Nespolo, e molti altri, frequentando le loro botteghe d’arte.
Tra gli innumerevoli lavori da lui realizzati, anche la copertina del libro “L’ergastolo di Santo Stefano” di Luigi Settembrini, tanto per rimanere in tema con argomenti a noi vicini.

Illustrazioni di Alessandro Ardy

“A Ponza sono stato una sola volta circa 18 anni fa – ci dice – mentre a Ventotene un paio: l’ultima volta nel 2011 per la festa di Santa Candida”. Come in un flash mi tornano in mente quegli affascinanti segnalibri in bianco e nero e a colori trovati proprio all’Ultima Spiaggia, all’epoca senza firma.
Al momento attuale la sua produzione di acquarelli interessa sia Ventotene che Ponza, e dal 2012 anche Camogli.

Ardy. Carcere di S. Stefano

Ardy. Carcere di S. Stefano. Part.
A Ponza le sue opere sono state portate da Anna Assenso Vitiello, e si possono trovare nel suo negozio.
Nello scorso mese di aprile inoltre l’artista ha realizzato anche la copertina dei nuovi menu del ristorante Eéa di Davide De Luca.

Mentre scrivo ho sotto gli occhi le immagini del suo calendario da tavolo 2013, con tanti scorci di Ponza e Palmarola, realizzati con tratti efficaci e decisi ma allo stesso tempo suggestivi e sognanti: i colori densi delle rocce dalle diverse tonalità, le trasparenze del mare secondo la profondità, l’eleganza di barche e yacht, la solidità multicolore dei pescherecci, le tinte pastello delle case, il verde rasserenante della macchia mediterranea.

Un ulteriore motivo per attendere con curiosità le novità 2014.
Per saperne di più: www.alessandroardy.com

Ardy. Ventotene

Nota: cliccare sulle immagini per ingrandirle

Condividi questo articolo

Devi essere collegato per poter inserire un commento.