Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

e i-27 u-37 k2-34 104 43

Risposta di LAZIOMAR sull’accaduto del 26 luglio 2013

Condividi questo articolo

Inviato in Redazione da Emilio Aprea

Laziomar.Logo copia

 

Gent. Redazione,
trasmetto in testo (e in allegato .pdf ) la richiesta 
espressa direttamente dal Dipartimento Trasporti Regione Lazio alla LAZIOMAR di relazionare sull’accaduto del 26 luglio 2013.
Quindi, a seguire (e in allegato) la risposta di LAZIOMAR che prego di voler pubblicare per le notevoli assurdità che vi si trovano scritte.
Il tutto è a conoscenza della Procura della Repubblica di Latina e di Roma.
Per chi avesse delle spese documentate da farsi risarcire dalla LAZIOMAR, come Lega Consumatori, stiamo raccogliendo tutta la documentazione a riguardo.
Grazie,
Emilio Aprea

Regione Lazio

DA: DIPARTIMENTO ISTITUZIONALE E TERRITORIO
Direzione Regionale Territorio, Urbanistica, Mobilità e Rifiuti
Area Porti e Trasporto Marittimo
VIALE DEL TINTORETTO, 432 – 00142 ROMA
TEL. +39.06.5168.9161 FAX +39.06.51689223 – WWW.REGIONE.LAZIO.IT

Roma, li 06 agosto 2013                              Prot. n. 304987/DA/34/12

A:

Laziomar S.p.A.
c.a. Presidente, Dott.ssa Maria Terenzi
Fax n. 081.2444130

e p.c.

Lega Consumatori PONZA
c.a. Responsabile, Dott. Emilio Aprea
Via Pisacane 84 – 04027 Ponza (LT)

On.le Dott. Michele Civita
Assessore alle Politiche del Territorio,
della Mobilità e dei Rifiuti

Arch. Manuela Manetti
Direttore Regionale Territorio, Urbanistica,
Mobilità e Rifiuti

LORO SEDI

 

Oggetto: Disservizi verificatisi sulla tratta Anzio – Ponza in data 26 luglio 2013.

In riferimento all’oggetto ed alle relative notizie di stampa apparse sui quotidiani Latina Oggi e Ciociaria Oggi del giorno 5 agosto u.s., nonchè sul Corriere della Sera in data odierna, nonché in riferimento al reclamo del 3 agosto 2013 a firma del Responsabile della Lega Consumatori di Ponza, che legge per conoscenza, e diretto, tra gli altri, anche a codesta Società, si chiede una dettagliata relazione sull’accaduto e su tutte le misure adottate da Laziomar nel caso concreto nei confronti degli utenti, al fine di eliminare i disagi a loro carico.

Nel rappresentare la rilevanza della presente richiesta, si resta in attesa di sollecito riscontro.

Il Dirigente di Area
Arch. Roberto Fiorelli

 

Laziomar

DA: LAZIOMAR S.p.A.
Sede Legale Viale del Tintoretto.432-00142 Roma – Sede Operativa: c/o CAREMAR SpA. Via Conte Carlo di Castelmola n.14 80133- Napoli –

Tel 0812444111–fax 0812444130-Cap.Soc 300.000 € int. vers –

P.I. n. 11202801004–N.REA 128668 Unico Azionista

 

Lettera inviata via mail e fax                  Prot. Pres. n. 72/2013

A:

Dipartimento Istituzionale e Territorio
Direzione Regionale Trasporti
Arch. Roberto Fiorelli
Fax 06/51.68.92.23

e p.c. Dott. Michele Civita
Assessore alle Politiche del Territorio, della
Mobilità e dei Rifiuti
Fax 06/5168.86.31 – Fax 06/5168.87.26

e p.c. Arch. Manuela Manetti
Direttore Regionale Territorio, Urbanistica,
Mobilità e Rifiuti
Fax 06/5168.8859

e p.c. Lega Consumatori Ponza
Via Pisacane, 84
04027 Ponza (LT)
Fax 0771/80.99.69

 

Oggetto: Disservizi verificatesi sulla tratta Anzio-Ponza il 26/07/2013

In riferimento alla richiesta di informazioni del 06 agosto c.m. prot. 304987/DA/34/12 in seguito a quanto accaduto nella giornata del 26 Luglio u.s. relativamente al collegamento Anzio-Ponza con la corsa delle 8.40, così come già anticipato in data 05 agosto prot. Pres. 70/2013, si fa presente che il mezzo impiegato ha subito un’avaria durante la navigazione verso l’isola di Ponza ed è stato pertanto necessario il rientro al porto di Anzio.

Contemporaneamente, sono state avviate tutte le procedure per ovviare – per quanto possibile – ai disagi creatisi a carico degli utenti e ripristinare immediatamente il servizio.

Al fine di una più corretta interpretazione dell’accaduto, si fa presente, altresì, che:
– il guasto non ha consentito la prosecuzione del viaggio, ma, in ogni caso, non ha rappresentato emergenza alcuna per la incolumità di passeggeri e personale di bordo; tuttavia, per ovvie ragioni precauzionali e di sicurezza, a cui non si può mai derogare, il Comandante dell’Unità ha ritenuto opportuno far rientrare il mezzo al porto di Anzio;
– appena verificatosi il guasto il Comandante dell’Unità ha immediatamente informato i passeggeri sull’accaduto rassicurandoli sulla sicurezza della navigazione e comunicando che, appena rientrati al porto di Anzio, le biglietterie avrebbero provveduto, così come previsto dagli artt.16 e 17 del Regolamento (UE) n. 1177/2010 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 24 novembre 2010 relativo ai diritti dei passeggeri che viaggiano via mare e per vie navigabili interne e che modifica il regolamento (CE) n. 2006/2004, a fornire informazioni ed assistenza ai passeggeri;
– in conformità a quanto previsto all’art.18 del su citato Regolamento Europeo è stata immediatamente offerta ai passeggeri la scelta tra il rimborso del prezzo del biglietto ed il trasporto alternativo;
– appena verificatosi il guasto, sono state attivate tutte le procedure per mettere a disposizione un mezzo sostitutivo (non potendo utilizzare, viste le particolari caratteristiche del Porto di Anzio, gli aliscafi Laziomar), riuscendo a garantire la ripresa del servizio nella giornata stessa, effettuando la corsa delle 17.15 e dandone tempestiva comunicazione tramite il ns sito web: www.laziomar.it; pertanto, non vi è stata alcuna interruzione del servizio.
– i passeggeri imbarcati erano 165 e la biglietteria di Anzio, così come previsto dalla normativa a tutela dei consumatori recepita dal Regolamento di Trasporto Laziomar ex Caremar, ha immediatamente provveduto al rimborso di 153 titoli di viaggio mentre i restanti 4 biglietti (riferiti a 12 passeggeri), in accordo con i possessori, verranno rimborsati dalle agenzie da cui sono stati acquistati;
– il catamarano che ha subito il guasto non appartiene alla flotta Laziomar, ma è un mezzo noleggiato da altra compagnia; ancorché non rappresentare una scusante, tale elemento è però utile ad evidenziare che, purtroppo, le avarie possono verificarsi in ogni momento e a carico di qualsiasi mezzo – anche moderno – e qualsiasi compagnia, nonostante l’attenzione prestata alla manutenzione;
– la scelta del mezzo da noleggiare avviene sempre tramite l’esperimento di una procedura di gara a cui vengono invitate le maggiori compagnie di navigazione italiana ed i principali broker.

A tutela della scrivente Società e di chi la amministra, si ritiene di dover precisare che in questa come in altre circostanze, è opportuno distinguere i disagi indubbiamente prodottisi a carico dell’utenza – per i quali facciamo ammenda – da quelle che appaiono valutazioni personali e/o politiche che rischiano di danneggiare l’operato dell’Azienda, peraltro documentabile e, per quanto di competenza, uniformato alla normativa di riferimento.

Rimanendo a disposizione per ogni ulteriore chiarimento, si inviano distinti saluti.

Laziomar spa
Il Presidente
Maria Terenzi

 Roma, 07 agosto 2013

 

Allegato in file .pdf da Dipartim. Istituz. e Territorio: Notifica da Regione Lazio. Dipartim. Istituzionale e Territorio

Allegato in file .pdf da Laziomar spa: Lettera Laziomar su eventi Anzio-Ponza 07.08.2013

Condividi questo articolo

Devi essere collegato per poter inserire un commento.