Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

0039-039 belgiorno l-13 hp0056 barca-di-palone Immagini storiche di Ponza

Risposta di LAZIOMAR sull’accaduto del 26 luglio 2013

Condividi questo articolo

Inviato in Redazione da Emilio Aprea

Laziomar.Logo copia

 

Gent. Redazione,
trasmetto in testo (e in allegato .pdf ) la richiesta 
espressa direttamente dal Dipartimento Trasporti Regione Lazio alla LAZIOMAR di relazionare sull’accaduto del 26 luglio 2013.
Quindi, a seguire (e in allegato) la risposta di LAZIOMAR che prego di voler pubblicare per le notevoli assurdità che vi si trovano scritte.
Il tutto è a conoscenza della Procura della Repubblica di Latina e di Roma.
Per chi avesse delle spese documentate da farsi risarcire dalla LAZIOMAR, come Lega Consumatori, stiamo raccogliendo tutta la documentazione a riguardo.
Grazie,
Emilio Aprea

Regione Lazio

DA: DIPARTIMENTO ISTITUZIONALE E TERRITORIO
Direzione Regionale Territorio, Urbanistica, Mobilità e Rifiuti
Area Porti e Trasporto Marittimo
VIALE DEL TINTORETTO, 432 – 00142 ROMA
TEL. +39.06.5168.9161 FAX +39.06.51689223 – WWW.REGIONE.LAZIO.IT

Roma, li 06 agosto 2013                              Prot. n. 304987/DA/34/12

A:

Laziomar S.p.A.
c.a. Presidente, Dott.ssa Maria Terenzi
Fax n. 081.2444130

e p.c.

Lega Consumatori PONZA
c.a. Responsabile, Dott. Emilio Aprea
Via Pisacane 84 – 04027 Ponza (LT)

On.le Dott. Michele Civita
Assessore alle Politiche del Territorio,
della Mobilità e dei Rifiuti

Arch. Manuela Manetti
Direttore Regionale Territorio, Urbanistica,
Mobilità e Rifiuti

LORO SEDI

 

Oggetto: Disservizi verificatisi sulla tratta Anzio – Ponza in data 26 luglio 2013.

In riferimento all’oggetto ed alle relative notizie di stampa apparse sui quotidiani Latina Oggi e Ciociaria Oggi del giorno 5 agosto u.s., nonchè sul Corriere della Sera in data odierna, nonché in riferimento al reclamo del 3 agosto 2013 a firma del Responsabile della Lega Consumatori di Ponza, che legge per conoscenza, e diretto, tra gli altri, anche a codesta Società, si chiede una dettagliata relazione sull’accaduto e su tutte le misure adottate da Laziomar nel caso concreto nei confronti degli utenti, al fine di eliminare i disagi a loro carico.

Nel rappresentare la rilevanza della presente richiesta, si resta in attesa di sollecito riscontro.

Il Dirigente di Area
Arch. Roberto Fiorelli

 

Laziomar

DA: LAZIOMAR S.p.A.
Sede Legale Viale del Tintoretto.432-00142 Roma – Sede Operativa: c/o CAREMAR SpA. Via Conte Carlo di Castelmola n.14 80133- Napoli –

Tel 0812444111–fax 0812444130-Cap.Soc 300.000 € int. vers –

P.I. n. 11202801004–N.REA 128668 Unico Azionista

 

Lettera inviata via mail e fax                  Prot. Pres. n. 72/2013

A:

Dipartimento Istituzionale e Territorio
Direzione Regionale Trasporti
Arch. Roberto Fiorelli
Fax 06/51.68.92.23

e p.c. Dott. Michele Civita
Assessore alle Politiche del Territorio, della
Mobilità e dei Rifiuti
Fax 06/5168.86.31 – Fax 06/5168.87.26

e p.c. Arch. Manuela Manetti
Direttore Regionale Territorio, Urbanistica,
Mobilità e Rifiuti
Fax 06/5168.8859

e p.c. Lega Consumatori Ponza
Via Pisacane, 84
04027 Ponza (LT)
Fax 0771/80.99.69

 

Oggetto: Disservizi verificatesi sulla tratta Anzio-Ponza il 26/07/2013

In riferimento alla richiesta di informazioni del 06 agosto c.m. prot. 304987/DA/34/12 in seguito a quanto accaduto nella giornata del 26 Luglio u.s. relativamente al collegamento Anzio-Ponza con la corsa delle 8.40, così come già anticipato in data 05 agosto prot. Pres. 70/2013, si fa presente che il mezzo impiegato ha subito un’avaria durante la navigazione verso l’isola di Ponza ed è stato pertanto necessario il rientro al porto di Anzio.

Contemporaneamente, sono state avviate tutte le procedure per ovviare – per quanto possibile – ai disagi creatisi a carico degli utenti e ripristinare immediatamente il servizio.

Al fine di una più corretta interpretazione dell’accaduto, si fa presente, altresì, che:
– il guasto non ha consentito la prosecuzione del viaggio, ma, in ogni caso, non ha rappresentato emergenza alcuna per la incolumità di passeggeri e personale di bordo; tuttavia, per ovvie ragioni precauzionali e di sicurezza, a cui non si può mai derogare, il Comandante dell’Unità ha ritenuto opportuno far rientrare il mezzo al porto di Anzio;
– appena verificatosi il guasto il Comandante dell’Unità ha immediatamente informato i passeggeri sull’accaduto rassicurandoli sulla sicurezza della navigazione e comunicando che, appena rientrati al porto di Anzio, le biglietterie avrebbero provveduto, così come previsto dagli artt.16 e 17 del Regolamento (UE) n. 1177/2010 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 24 novembre 2010 relativo ai diritti dei passeggeri che viaggiano via mare e per vie navigabili interne e che modifica il regolamento (CE) n. 2006/2004, a fornire informazioni ed assistenza ai passeggeri;
– in conformità a quanto previsto all’art.18 del su citato Regolamento Europeo è stata immediatamente offerta ai passeggeri la scelta tra il rimborso del prezzo del biglietto ed il trasporto alternativo;
– appena verificatosi il guasto, sono state attivate tutte le procedure per mettere a disposizione un mezzo sostitutivo (non potendo utilizzare, viste le particolari caratteristiche del Porto di Anzio, gli aliscafi Laziomar), riuscendo a garantire la ripresa del servizio nella giornata stessa, effettuando la corsa delle 17.15 e dandone tempestiva comunicazione tramite il ns sito web: www.laziomar.it; pertanto, non vi è stata alcuna interruzione del servizio.
– i passeggeri imbarcati erano 165 e la biglietteria di Anzio, così come previsto dalla normativa a tutela dei consumatori recepita dal Regolamento di Trasporto Laziomar ex Caremar, ha immediatamente provveduto al rimborso di 153 titoli di viaggio mentre i restanti 4 biglietti (riferiti a 12 passeggeri), in accordo con i possessori, verranno rimborsati dalle agenzie da cui sono stati acquistati;
– il catamarano che ha subito il guasto non appartiene alla flotta Laziomar, ma è un mezzo noleggiato da altra compagnia; ancorché non rappresentare una scusante, tale elemento è però utile ad evidenziare che, purtroppo, le avarie possono verificarsi in ogni momento e a carico di qualsiasi mezzo – anche moderno – e qualsiasi compagnia, nonostante l’attenzione prestata alla manutenzione;
– la scelta del mezzo da noleggiare avviene sempre tramite l’esperimento di una procedura di gara a cui vengono invitate le maggiori compagnie di navigazione italiana ed i principali broker.

A tutela della scrivente Società e di chi la amministra, si ritiene di dover precisare che in questa come in altre circostanze, è opportuno distinguere i disagi indubbiamente prodottisi a carico dell’utenza – per i quali facciamo ammenda – da quelle che appaiono valutazioni personali e/o politiche che rischiano di danneggiare l’operato dell’Azienda, peraltro documentabile e, per quanto di competenza, uniformato alla normativa di riferimento.

Rimanendo a disposizione per ogni ulteriore chiarimento, si inviano distinti saluti.

Laziomar spa
Il Presidente
Maria Terenzi

 Roma, 07 agosto 2013

 

Allegato in file .pdf da Dipartim. Istituz. e Territorio: Notifica da Regione Lazio. Dipartim. Istituzionale e Territorio

Allegato in file .pdf da Laziomar spa: Lettera Laziomar su eventi Anzio-Ponza 07.08.2013

Condividi questo articolo

Devi essere collegato per poter inserire un commento.