Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

i-25 k2-19 m2-25 59 hp0053 carta-galite

Ponza in Tavola. Rassegna della Enogastronomia tradizionale ponzese, sabato 27 luglio

Condividi questo articolo

Riceviamo in Redazione e pubblichiamo

Ponza in Tavola

.

Ponza in Tavola – Rassegna della Enogastronomia tradizionale ponzese
La Giornata del Colono
Premio Ponziano Benemerito IV Edizione

 Piazzale di Giancos:  sabato 27 luglio 2013

 

La memoria storica di una Comunità e di un territorio rappresenta un  elemento fondamentale della sua identità e delle opportunità di crescita e sviluppo.
L’Associazione “Cala Felci” intende svolgere e sviluppare un lavoro di recupero delle tradizioni storiche di questa comunità attraverso varie forme.

Associazione Cala Felci

Tra queste – per cominciare – è stata individuata la cultura del cibo e delle materie prime alimentari caratteristiche dei primi colonizzatori dell’isola nella seconda metà del 1700.

Con questo obiettivo l’Associazione ha recuperato e continua a farlo, una serie di antiche ricette, molte delle quali ancora fanno parte delle tradizioni culinarie di Ponza. Con lo scopo di conservare e diffondere le nostre antiche ricette, sono state coinvolte un certo numero di massaie, e ristoratori, che realizzeranno molte di esse durante l’evento che l’Associazione realizzerà il prossimo 27 luglio.

.

Modalità di realizzazione del Progetto

Location. Piazzale di Giancos. Il posto si presta in quanto è uno dei pochi luoghi dell’isola dove possono sostare in sicurezza e senza arrecare intralcio un consistente numero persone. E’ sufficientemente distante dalla concentrazione dei ristoranti del porto e allo stesso tempo è facilmente raggiungibile a piedi, senza contare l’aspetto paesaggistico. Inoltre da non sottovalutare la possibilità di ospitare un palco per eventuali eventi collaterali .

Data. Sabato 27 luglio 2013, a partire dalle ore 20.00. La scelta della  data tiene conto del fatto che sull’isola dovrebbe essere presente un buon numero di persone, senza entrare ancora nei picchi di agosto.

Allestimento. Punti di degustazione. Sarà esposto un ‘menu’ descrittivo delle specialità offerte dal singolo punto, con i relativi prezzi espressi in tornesi.
Verranno allestiti dei piccoli stand (circa 15) dove le massaie ponzesi, ristoranti e trattorie locali, produttori di vini e prodotti tipici isolani, presenteranno i loro prodotti enogastronomici. Gli stand saranno costituiti da piccoli banchetti (80 x 240) coperti da teli che riproducendo le antiche bancarelle daranno l’idea del ‘mercatino’ fine ‘700 inizi ‘800.

Mercati napoletani 700-800
Per quanto possibile saranno allestiti dei tavoli con sedute per la più comoda consumazione delle specialità gastronomiche.

Addetti agli stand. Poichè come è stato detto la manifestazione vuole essere anche una rievocazione storica del periodo della colonizzazione dell’isola gli addetti agli stand – nel rispetto delle norme igieniche per gli addetti alla somministrazione di alimenti – indosseranno dei costumi che ricordino il più possibile quelli dell’epoca.

Costume tradiz. femmin

Punto di Cambio. Per meglio restare nello spirito dell’evento per gli acquisti verrà usata esclusivamente una riproduzione cartacea dell’antico tornese napoletano. Verranno pertanto allestiti a cura dell’organizzazione uno o più punti in cui sarà possibile convertire gli euro in ‘tornesi’ e viceversa in caso di mancata o parziale utilizzazione degli stessi. Gli incassi serviranno a coprire le spese  vive per le materie prime.

Eventi collaterali. Nella location prescelta sarà possibile allestire un palco sul quale potranno essere eseguite varie manifestazioni artistiche di intrattenimento. Prima tra tutte un concerto di poesie, musiche e canzoni napoletane. Inoltre si abbinerà anche  la cerimonia di premiazione della riedizione del Premio ‘Ponziano Benemerito’, sospeso da qualche anno.

Cost. Tradiz. Masch

Stand/Specialità

  • vini locali
  • liquori di erbe locali
  • rosolio
  • zuppe: cicerchie, lenticchie, fagioli, ceci, fave, piselli
  • cianfotte varie
  • parmigiane melenzane – zucchine
  • calamari/totani ‘mbuttunati
  • polpette di pesce
  • trippa
  • soffritto
  • spezzatino
  • involtini di carne
  • involtini di pesce spada
  • patate ‘a carne fuiùta’
  • caponata del pescatore con gallette di c/mare
  • pizza napoletana fritta
  • pizza di scarola
  • zeppole
  • frittelle con ripieni vari (erbe marine, alici, cicinielli, ecc)
  • alici fritte in cuppetielli
  • tortani e pizze rustiche
  • casatielli
  • pastiere di pasta
  • pastiere di riso
  • pastiere di grano

 

Scarica qui il file .pdf dell’evento: Ponza in Tavola 2013. Progetto

Flayer fronte

Cliccare sulle immagini per ingrandirle

Flayer retro

 

 

Condividi questo articolo

Devi essere collegato per poter inserire un commento.