Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

0016-016 ss24 47 74 250px-uv-map hydravion2

Le piante dell’Erbario. (3). ’A pastenaca

Condividi questo articolo

Fiore carota sfondo cielo

di Simone Casalino

Per la scheda precedente, leggi qui
Per tutti gli articoli sull’argomento digita – Erbario – in CERCA NEL SITO

.

Quella che a Ponza viene chiamata pastenaca è propriamente la carota selvatica: Daucus carota – Fam. Ombrelliferae. È una pianta erbacea diffusa nei terreni incolti; facile da trovare sui pendii rocciosi e nei muri che sostengono i terrazzamenti, ma può spingere la sua radice a fittone fin dentro i muri. Facilmente riconoscibile per il fiore bianco a ombrella composta da elementi multipli.

Carota selvatica. Fittone

La pianta giovane con la radice a fittone, proprietà che è stata selezionata nella carota coltivata e che costituisce la parte commestibile dell’ortaggio

La radice è commestibile, ma dal sapore forte, non gradevole come la carota coltivata. Piace ai conigli.

Sul sito il tema delle “carote” è già stata trattato (leggi qui): per carota si intende a Ponza tutto un altro ortaggio, mentre la vera carota – sia la varietà commestibile, quella arancione, per intenderci, sia quella selvatica – è chiamata pastenaca.

Il fiore della carota selvatica, a guardarlo bene, ha una sua simmetria spirale assolutamente regolare, come altre strutture che si riscontrano in natura, sia nel mondo botanico che tra le conchiglie; oltre che comunemente nei minerali.

Carota selv. Struttura regolare

Particolare del fiore della carota selvatica

Daucus carota. Simmetria spirale

Condividi questo articolo

Devi essere collegato per poter inserire un commento.