Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

2009-07-15_19-22-39 u-30 l-01 51 massimo-di-cataldo sl372202

8 Marzo. Festa della Donna

Condividi questo articolo

a cura di Anna Mazzella Marciano

 

Anna Mazzella e Noemi Adipietro, col Patrocinio dell’Ass. Centro Letterario Maria Luisa Spaziani – Formia,  in occasione della ormai tradizionale Festa della Donna, oggi 8 marzo, in memoria delle numerose donne uccise, sottomesse e relegate al ruolo di oggetto da una società maschilista, suggeriscono alla Cittadinanza di esporre sui balconi e finestre e all’esterno di tutti i luoghi di lavoro, una coccarda rosa e gialla – simboli della donna e della mimosa – mantenendola per tutto il mese di marzo 2013.

Inoltre l’8 marzo p.v. vi sarà un tavolo  dell’organizzazione dalle ore 10 in Formia Piazza della Vittoria con la possibilità di scrivere e lasciare un pensiero su un registro o altro o portarlo già scritto in precedenza. Saranno raccolti e documentati con lettura in altre prossime manifestazioni che saranno indette in varie  zone della città.

L’organizzazione e il Centro M. L. Spaziani pregano i destinatari di dare massima divulgazione dell’iniziativa nel loro blog, ringraziandoli per la collaborazione.

Cordiali saluti

Anna Mazzella e Noemi Adipietro.

 

Femminicidio

di Anna Mazzella-Marciano

.

Forse
volevi  uccidere tua  madre 

perchè  non  ti  ami
perchè  non  ti  vuoi

per  vendetta
hai  ucciso  Lei
perchè  ti  porgeva  amore  dedizione  affetto 

e  Tu  non  Ti  ami
e  l’hai  voluta  uccidere
per  vederti  morto

 

Succede ogni giorno, troppo spesso…
Cosa anima certi uomini che dicono di amare?

 

Condividi questo articolo

1 commento per 8 Marzo. Festa della Donna

  • Silverio Lamonica

    Un po’ “a modo mio” e con un messaggio, spero, di speranza, anche io voglio partecipare alla festa dell’8 Marzo, associandomi, in modo fermo e deciso, ai tanti che condannano la violenza contro le donne.

    8 MARZO
    La Primavera ormai è già arrivata,
    il suo profumo tutto intorno effonde;
    nell’aria un dolce canto si diffonde
    e rende assai felice la giornata.

    Appaion più festose in questa data
    le donne rosse, brune e pur le bionde,
    nell’ammirarle tutte si confonde
    chi la beltà l’ha sempre desiata.

    Nel grembo raccogliete, o dolci spose,
    i petali dei fiori in varie gamme;
    or sbocciano per voi nasturzi e rose,

    fresie, gladioli rossi come fiamme;
    assieme alle giunchiglie e alle mimose
    a voi li offriamo: spose, sorelle, mamme.

Devi essere collegato per poter inserire un commento.