Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

2009-07-21_18-54-33 i-25 u-20 e-09 foto-13 isi-01

Segni da decifrare

Condividi questo articolo

di Franco De Luca

 

Mattino del lunedì: le donne si intrattengono fuori al cancello del Cimitero, intorno al furgoncino dei fiori.

Come vuole la pietosa tradizione ponzese si acquistano i fiori per addobbare i loculi dei cari defunti.
È un segno che il tempo muta cose e uomini ma talvolta no.
E come la bocca-di-leone, protetta dall’erba alta resiste alle raffiche del vento invernale e sbuca rosea ad abbellire il dirupo, così il culto dei defunti ancora trova ricetto negli isolani e colora di vivacità il giorno.

Gironzolano, le donne, fra i vasi e i fasci di margherite.
Dialogano con Ofelia, si dicono le novità, contrattano sul prezzo, si lanciano battute.

Le risa si spandono per via Madonna, e il tramestìo agita gli animi.
Allegre, vocianti, leggere. Preannunciano la primavera.


Condividi questo articolo

Devi essere collegato per poter inserire un commento.