Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

i-18 i-30 v7-21 c-2-20 3 corrida2

Poesia a S. Silverio, di Gigi Proietti

Condividi questo articolo

su suggerimento di Silverio Lamonica

 

Era il 1976.  La festa del 20 giugno era stata rimandata al 27 a causa delle elezioni, il 26 ci fu un forte levantata….

 

S. Silverio… S. Silverio

dimme ’n po’: te pare serio

che arivati a fine giugno

te presenti co’ ’sto grugno

 

Tempo incerto, traballante
’n po’ scirocco, ’n po’ levante
e ce fai sbatte li denti

invece de smorza’ li venti

 

S. Silverio, che è successo?

Nu’ lo dì, forse ho capito

che cos’è che nun te piace

e che nun te mette in pace:

 

È che il giorno tuo augurale

pe’ ’na strana coincidenza

va a fini’ nella scadenza

der periodo elettorale

 

e già questo te ’ndispone
e nun l’hai mannata giù
poi stavorta perdippiù

c’è da di’ che l’elezione

l’hanno pure anticipate

 

T’hanno messo er manifesto

su li muri insieme a quelli:

tutti boni, tutti belli

che hanno sempre solo chiesto

 

Certo che ce vo’ coraggio

ad affiggete sur muro

’nzieme a chi cor core duro

sta a elemosina’ un suffragio

 

Ma te pare che t’ammischi

co li giochi der potere?

Tu sei Santo e c’hai piacere

de pote’ evita’ ’sti rischi

 

È pe’ questo che t’incazzi

e fai muove cielo e mare

voi ’nforma’ a parole chiare

st’ammuchiata de pupazzi

 

Però all’ultimo minuto

tu diventi tollerante

fai carma’ pure el levante

e ce dai er tuo benvenuto

 

T’aringrazio S. Silverio

e te dico a tutto core

sei davvero un gran signore

ci ho piacere che sei serio.

Condividi questo articolo

Devi essere collegato per poter inserire un commento.