Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

0009-009 2009-07-21_18-53-06 d-03 h-33 v4-19a Idraulica antica: parte dell'acquedotto

Il Giorno della Memoria

Condividi questo articolo

segnalato da ’A Priezza

 

Il Giorno della Memoria si celebra ogni anno il 27 gennaio in commemorazione delle vittime del nazismo e dell’Olocausto e in onore di coloro che a rischio della propria vita hanno protetto i perseguitati.
Ricorda la liberazione del campo di concentramento di Auschwitz (Polonia) da parte dell’esercito sovietico, avvenuta il 27 gennaio 1945.

 

Se questo è un uomo

 

Voi che vivete sicuri

nelle vostre tiepide case,

voi che trovate tornando a sera

il cibo caldo e visi amici:

Considerate se questo è un uomo

che lavora nel fango

che non conosce pace

che lotta per mezzo pane

che muore per un sì o per un no.

Considerate se questa è una donna,

senza capelli e senza nome

senza più forza di ricordare

vuoti gli occhi e freddo il grembo

come una rana d’inverno.

Meditate che questo è stato:

vi comando queste parole.

Scolpitele nel vostro cuore

stando in casa andando per via,

coricandovi, alzandovi.

Ripetetele ai vostri figli.

O vi si sfaccia la casa,

la malattia vi impedisca,

i vostri nati torcano il viso da voi.

Primo Levi (1919-1987)

 

La mostra collettiva Achtung! Achtung! è un evento di arte contemporanea che si tiene fino al 27 gennaio in Largo Ascianghi 5, presso Ex Gil di Roma.

“…Attraverso la carica creativa di 22 artisti che vi partecipano sarà resa oggettiva la condivisione universale e sociale del dramma dell’Olocausto…”

Condividi questo articolo

Devi essere collegato per poter inserire un commento.