Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

i-27 bp 109a 85 corrida5 a-monte

PONZA: ripartono i Servizi Sociali e la mensa scolastica

Condividi questo articolo

di Piero Vigorelli

 

“E anche questa è fatta”, dice con un malcelato orgoglio il Sindaco di Ponza Piero Vigorelli, che ha appena portato a casa due provvedimenti molto attesi dalla popolazione: il ritorno alla piena operatività dei Servizi Sociali e la mensa scolastica per i bambini della scuola materna e elementare.

“Per i servizi sociali abbiamo dovuto fare una scalata a ritroso perché dal 2005 il Comune era inadempiente.  Per nostra fortuna abbiamo trovato dirigenti comprensivi dei nostri guai alla Regione Lazio con l’assessore Forte e al CISSI di Formia. Insieme abbiamo ricostruito le malefatte del passato e sanato la posizione del Comune”, spiega il Sindaco.

“Con tutte le carte in regola, abbiamo così indetto il dovuto bando di gara con una base d’asta di circa 71.000 euro, che è stata aggiudicata l’altro giorno al Consorzio Intesa, una Cooperativa Sociale Consortile Onlus della provincia di Frosinone.

“Ponza avrà di nuovo un servizio di assistenza domiciliare a favore di anziani, disabili e nuclei familiari in difficoltà; avrà piena operatività il Centro socio riabilitativo con annesso centro ricreativo per i minori ‘Il Faro’; e infine saranno assicurati i servizi di protezione sociale. Per assicurare questi servizi il Consorzio Intesa assumerà una psicologa, un assistente sociale, un fisioterapista, una logopedista e tre assistenti familiari”.

La mensa scolastica invece era stata chiusa dal Commissario Prefettizio all’inizio dell’anno. Anche in questo caso il Comune ha bandito un regolare bando di gara, dopo aver assicurato grazie all’impegno gratuito delle ditte edili ponzesi la tinteggiatura delle aule, ed ancora grazie alla Provincia di Latina la fornitura di tavoli per la mensa e la copertura degli impianti di riscaldamento.

Si è aggiudicata la gara l’impresa Scardiristorazione con sede legale a Roma, che assicurerà la refezioni scolastica alle due scuole materne e alla scuola elementare, con un importo a bilancio del Comune di oltre 85.000 euro per la durata dell’anno scolastico.

“Mi fa piacere sottolineare, afferma il Sindaco, che nel capitolato della gara sono espressamente vietati gli alimenti OGM e l’uso di carni congelate o surgelate, mentre sono privilegiati i prodotti biologici e quelli a denominazione protetta, a tutela della salute dei bambini di Ponza. Sono anche contemplati menù dietetici, diete speciali per i celiaci, diete etico-religiose e vegetariane”.

Condividi questo articolo

Devi essere collegato per poter inserire un commento.