Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

i-16 u-30 scb burghiba-al-confino-alla-galite massimo-di-cataldo Spugne incrostanti bianche

Ponza rinasce: lavori pubblici e legalità

Condividi questo articolo

“Ponza rinasce e si sviluppa economicamente, con oltre 6 milioni di lavori pubblici in cantiere. E rinasce anche moralmente, perché tutti questi lavori saranno affidati con la procedura di legge dei bandi di gara pubblici. Nella storia di Ponza non si era mai raggiunta una simile cifra di finanziamenti e nel passato fin troppo spesso si era sgattaiolato dalla strada della legalità. Essere riusciti a fare tutto questo in soli sei mesi di governo dell’isola è un motivo di orgoglio per la nuova Amministrazione e per i ponzesi tutti che saranno i primi a trarne i vantaggi concreti”.

Piero Vigorelli, dall’8 maggio scorso nuovo Sindaco dell’isola, il primo Sindaco “forestiero”, è evidentemente soddisfatto dei risultati che è riuscito a raggiungere in così poco tempo e in un momento in cui la crisi economica nazionale ha tagliato le gambe agli investimenti e reso tutti più poveri e timorosi per un futuro incerto. “Avevo promesso che la rinascita di Ponza e il ripristino della legalità sarebbero stati la priorità per la nuova Amministrazione. Adesso possiamo dire che siamo usciti dal tunnel e che cominciamo a costruire il futuro”,  afferma il Sindaco.

Tutte queste iniziative il Sindaco le ha illustrate nei giorni scorsi alla popolazione di Ponza in due affollate assemblee pubbliche a Cala Caparra e a Ponza Porto. “La democrazia è partecipazione e mi ha fatto piacere il rinnovato consenso della gente di Ponza, che è stato parallelo al mutismo di una opposizione che è capace solo di abbaiare alla luna. Adesso tutti i ponzesi sanno che la nuova Amministrazione sta trasformando i sogni in progetti concreti, che garantiscono sviluppo economico e lavoro, in un quadro di assoluto rispetto delle leggi dello Stato”.

Venerdì 23 novembre saranno aperte le buste delle prime due gare bandite dal Comune. La prima riguarda il rifacimento del Centro storico di Le Forna per un importo di 195.000 euro. Per il Sindaco Vigorelli era un impegno d’onore quello di favorire prioritariamente lo sviluppo della parte finora più trascurata dell’Isola da parte di tutte le amministrazioni precedenti.

La seconda riguarda invece le strutture sanitarie della scuola Pisacane a Ponza Porto, per un importo di 57.666 euro finanziati dalla Provincia di Latina. Nel passato, per modeste cifre come questa, si procedeva per affidamento diretto o si interpellavano cinque ditte e poi si affidavano i lavori al miglior offerente. Adesso si è proceduto per gara pubblica alla quale hanno partecipato una ventina di ditte edili.

I prossimi bandi di gara, già predisposti e che saranno pubblicati sull’Albo Pretorio online del Comune entro Natale, riguardano, fra l’altro, la realizzazione di impianti fotovoltaici in tutti gli edifici pubblici dell’Isola, per un importo finanziato dalla Regione Lazio di 667.962 euro. E’ il primo passo verso la svolta ecologica auspicata dal Sindaco per l’isola di Ponza, per migliorare la qualità della vita dei residenti e dei molti turisti.

Un secondo importante intervento, per una cifra di 464.669 euro, porterà alla riqualificazione della piazzetta di Sant’Antonio, anche con la creazione di suggestivi marciapiedi pedonali oggi inesistenti. E tutta l’area che congiunge Sant’Antonio con la frazione di Santa Maria, sarà ulteriormente riqualificata non appena la Provincia di Latina approverà il progetto esecutivo, già esaminato in una prima conferenza di servizi, per la messa in sicurezza e l’ammodernamento dei tre tunnel che uniscono le due località dell’Isola, per un importo di oltre un milione di euro.

La frazione di Le Forna beneficerà di altri interventi, quali la messa a norma del depuratore e la costruzione di una nuova rete fognaria (2,4 milioni di euro), la realizzazione degli ascensori alla scuola di via Cavatella (95.351 euro), la riqualificazione del campo sportivo a Cala Fontana (58.400 euro). Il Comune ha poi partecipato ai bandi di gara regionali presentando progetti per la realizzazione del primo parco giochi per i bambini di Ponza accanto alla scuola di via Cavatella (25.000 euro) e per la riqualificazione dell’altro impianto sportivo a Cala Caparra (25.000 euro).

Fa qualche giorno riprenderanno poi i lavori, finanziati dalla Regione Lazio per un importo di quasi un milione di euro, per il rifacimento delle facciate del centro storico di Ponza, sia sulla banchina portuale che sulla balconata di corso Pisacane. Quando, la prossima estate, ritorneranno i tanti turisti che amano Ponza avranno un colpo d’occhio straordinario di eleganza e bellezza nella zona dell’antico porto borbonico oggi con intonaci a pezzi e pittura a macchia di leopardo.

Questi lavori saranno apprezzati anche dai molti turisti stranieri che già arrivano a Ponza e che nelle previsioni dell’Amministrazione dovrebbero aumentare considerevolmente se, come tutto lascia credere, la Regione Lazio accetterà il progetto del Comune per un finanziamento di 55.000 euro destinato alla conoscenza delle bellezze delle isole ponziane (Ponza, Palmarola e Zannone) anche attraverso la partecipazione alle più importanti mostre internazionali e nazionali.

Fra l’altro i turisti stranieri e quelli italiani con specifici interessi culturali, la prossima estate troveranno aperti alcuni dei molti segreti archeologici (grotte, cisterne, necropoli di epoca romana) che finora sono restati inaccessibili al grande pubblico e che saranno fruibili grazie alla “tassa di sbarco” che il Comune ha incassato. Il turismo culturale è del resto una delle maggiori potenzialità per allungare la stagione turistica.

Nei primi mesi del prossimo anno la Regione Lazio dovrà iniziare i lavori per la messa in sicurezza della spiaggia di Frontone (2,4 milioni di euro), mentre è molto probabile che il Comune riaprirà l’accesso alla suggestiva e unica al mondo spiaggia di Chiaia di Luna. A questo proposito il Comune ha ufficializzato alla Regione Lazio la richiesta di includere nella legge di stabilità 2013 il finanziamento per il ripascimento della spiaggia di Chiaia di Luna, un progetto a cui si pensa da quasi 15 anni e che può risolvere in via definitiva la sicurezza che deve essere garantita in un’area soggetta a fenomeni franosi.

Ulteriori lavori pubblici che presto inizieranno sono poi finanziati dal Genio Civile Marittimo e riguardano la banchina del porto e lo specchio d’acqua del porto di Ponza.

Il Comune è poi impegnato a recuperare alcuni dei molti errori del passato, che hanno bloccato finanziamenti importanti per la costruzione di una sala polivalente a Le Forna (quasi 2 milioni stanziati dalla Regione Lazio) e per la messa in sicurezza (quasi un milione di euro) della collina Belvedere e della spiaggia di via Parata che da quattro anni è interdetta al pubblico. “Speriamo di farcela – dice il Sindaco Vigorelli – perché i pasticci fatti dai miei predecessori sono tanti e complicati”.

Conclude Piero Vigorelli: “In questi ultimi giorni il Comune ha anche operato per sventare un attentato alla pubblica salute con l’intesa in materia di rifiuti che stavano intasando l’Isola; ha lavorato con il Prefetto di Latina e la Regione Lazio per erogare i contributi alla Laziomar che ora non ha più scuse per assicurare un vero servizio di continuità territoriale; lavora per la mitigazione delle zone rosse del PAI che sono una tagliola per lo sviluppo dell’Isola; mentre è ormai in dirittura finale la scelta della procedura più corretta per la vendita del terreno dove si costruirà la nuova Centrale elettrica. Infine, entro due settimane sottoporrà alle associazioni di categoria e ai cittadini di Ponza il progetto preliminare per il nuovo Piano per l’Utilizzazione degli Arenili (PUA) che segnerà una svolta per Ponza e il suo turismo”.

Piero Vigorelli

Sindaco di Ponza

Condividi questo articolo

2 commenti per Ponza rinasce: lavori pubblici e legalità

  • Leonardo Pietroniro

    Ma non l’aveva detto lei che la campagna elettorale era finita???? Il 99% dei lavori e finanziamenti menzionati sono stati appaltati e ottenuti dall’amministrazione precedente, compreso il rifacimento del centro storico, appaltato dal Commissario, perchè si vuole attribuire dei meriti che non ha?? UN ESEMPIO? PROBLEMA LAZIOMAR: proprio ieri 19/11/2012 l’aliscafo è andato in avaria e il catamarano è stato sostituito “SOLO” per Ventotene!!!! Ma si rende conto di quello che afferma??? LAVORI DI PIU’ E PUBBLICIZZI DI MENO!!!!!

  • cannella.domenico

    Mi fa piacere che a breve si apriranno tutti questi cantieri, sicuramente farà bene all’economia della nostra Isola, e alla sua bellezza.Ma pur sforzandomi,in questa lista di lavori da Lei elencati non ho trovato nessuna voce in merito al rifacimento e allargamento della mulattiera di Via Conti,che Lei ha avuto modo di vedere “spero” qualche volta,sarebbe un intervento gradito, anche per non sentirci isolani di serie “B”.

Devi essere collegato per poter inserire un commento.