Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

lam-04 u-09 q-60 94 hp0050 L'approdo romano presso Cala Inferno

La posta dei lettori

Condividi questo articolo

Commento alla  “Lettera aperta di Francesco Ferraiuolo”

di Antonio Mazzella

 

Sono Antonio Mazzella e scrivo a Francesco Ferraiuolo perché mi chiama in causa nella sua  “lettera aperta”.

Due cosine subito subito:

A  – più che firmarmi con nome e cognome come devo identificarmi ? Dicendo  a chi so’ figlio ?

E questo aggiungerebbe o toglierebbe qualcosa al giudizio che do’ sulle sue capacità politiche ?

Appena lo incontro lo saluto a voce. Giuro: lo farò.

B  – “ burocrate senz’anima”  è un mio giudizio sul politico Ferraiuolo. Può essere fondato o no.

Non è un’infamia. I giudizi si montano e si smontano con gli argomenti.

Gli argomenti da lui presentati a difesa  ( di cosa ? non so ), confermano la qualifica  di  burocrate, per il taglio della risposta: rimandi, riferimenti, proposte, inviti. Ma confermano pure il  “senz’anima”, perché non presentano nessun atto concreto, gesto vitale.

Il giudizio non è dispregiativo, come lo ha letto Ferraiuolo, semmai non è di lode. Ma questa  se la dovrebbe guadagnare lui, Ferraiuolo stesso, facendo una opposizione non  da  “  teatrante  “  (come  giustamente dice di non fare ), ma da primo attore e  avrà la lode da tutti i ponzesi.

Condividi questo articolo

Devi essere collegato per poter inserire un commento.