Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

banchina-nuova-2 l-07_0 sm-03 u-36 foto-13 madonna-03

Le strade di Ponza: cerchiamo nuovi nomi

Condividi questo articolo

Proposta di Giovanni Conte

Tommaso Lamonica (13.4.1918 – 14.6.1987)

 

 

 

Maestro elementare, poeta e scrittore. Alcune delle sue poesie sono state premiate in vari concorsi letterari  nazionali.

Persona di grande spessore intellettuale e morale. E’ stato più volte ricordato su questo sito a proposito delle sue poesie, leggi qui,  in alcuni dei racconti dei nostri collaboratori, come quello di Enzo Di Fazio “La III elementare del ’56”, leggi qui, e in altre circostanze che si possono trovare inserendo  il suo nome  nell’apposito spazio “cerca nel sito”.
Condividi questo articolo

2 commenti per Le strade di Ponza: cerchiamo nuovi nomi

  • polina ambrosino

    Grazie Giovanni per questa segnalazione! e’ una bellissima cosa che l’abbia fatta tu e che ci fa grande onore e piacere. Mio zio, tornato da una prigionia lunga e durissima dall’India, dopo essere stato fatto prigioniero ad El Alamein, tornò a Ponza che era l0ombra di se stesso , pur essendo giovanissimo, ma le incredibili sofferenze patite non gli impedirono di ricominciare da capo, mai stanco di imparare, sempre chino sui libri, sempre pronto ad accogliere quanto la vita gli presentava. Fu il primo a sistemare l’archivio storico di Ponza: da solo catalogò e sistemò una mole impressionante di materiale affinchè fosse disponibile alla sua gente, istituendo anche una biblioteca, mai fino ad allora esistita a Ponza …ma chi ha ereditato tutto ciò, non lo ha preservato. Oggi so che moltissimi documenti storici sono in abbandono in sacchi neri per la spazzatura, i libri catalogati sono andati quasi tutti perduti, il suo lavoro e la sua passione mai apprezzati e, nel 2012, Ponza non ha una biblioteca da tempo immemorabile… Grazie ancora, Giovanni.

  • Giovanni Conte

    Polina è inutile dirti che non c’era bisogno di ringraziarmi,io tuo zio non l’ho mai conosciuto di persona,ma rimasi colpito dalle sue poesie del libro “L’isola di palma che s’inciela” letto tutto di un fiato tanto tempo fa,e quando ho visto la rubrica cerchiamo nuovi nomi per le strade di Ponza mi è subito venuto in mente tuo zio, e visto che il suo nome non figurava tra le proposte non ho esitato a proporlo io.

Devi essere collegato per poter inserire un commento.