Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

0029-029 m3-15a 45 000093_b Cunicoli semisommersi nei pressi delle cosiddette grotte di Pilato Il re delle triglie: Apogon imberbis

Ernesto…Palmarola ti saluta!

Condividi questo articolo

di Assunta Scarpati

E’ l’imbrunire e si avvicina la Notte….è già in cammino da lontano,stà oltrepassando il sole e porta con sè una voce…..

Il Mare le corre incontro,vuole sapere….ma è triste e sconcertante la notizia che ora reca con sè. Il dolore che prova si trasforma in onde…chiama a sè il Libeccio e insieme  corrono,rabbiosi e increduli, verso l’ISOLA…devono fare in fretta….

Il colosso impetuoso,infrangendosi sugli scogli,sui faraglioni, libera la sua voce con  un canto sommesso, cupo che racchiude amarezza e dispiacere…..Libeccio alza e porta con sè quelle note amare  spargendola su tutta l’Isola….

Il Mirto, le Ginestre, i Guastacetti increduli catturano nell’aria quelle note e le Canne con sibili e tentennamenti annuiscono che è vero e con la forza che hanno spingono per far si che la notizia arrivi al Bosco più in alto…..

Al Bosco la notizia è arrivata: gli Alberi con i rami e le foglie mestamente salutano il Tramonto che, prima della Notte, ha dato loro l’ambasciata regalando il suo saluto ed il suo addio con i colori più belli che possiede…..

Dalla Grotta dell’Acqua a Tramontana….

Dalla Cattedrale alla Forcina…

Da Vardella alla Piana del Viaggio…

Dalla Porta Ranna ai Vricci….

Il rumore del dolore è arrivato dappertutto…

L’ISOLA si è avvolta nel nero della Notte e chiede al Cielo pioggia sottile e rinfrescante per alleviare il suo dolore e, con voce mesta, chiede a tutti gli elementi di alzare un’ode che possa arrivare fino all’infinito per salutare Ernesto,suo figlio prediletto….

E in quel momento dal Faraglione di S.Silverio brillano più forti le luci: la melodia è arrivata in cielo e cosi anche Tu godi dell’ultimo saluto della tua cara, amata adorata Isola….

Assunta Scarpati

CIAO ZIO ERNESTO…..

 

Condividi questo articolo

Devi essere collegato per poter inserire un commento.