Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

0018-018 e u-34 mg lamonica-03 sl372221

“Abbiamo un sogno”. La serata del 10 Agosto dedicata al Faro della Guardia. La sequenza degli interventi (1)

Condividi questo articolo

a cura della Redazione

 

Si è tenuta, la sera di venerdì 10 a Ponza, sul piazzale di Giancos, l’annunciata manifestazione  “Abbiamo un sogno” dedicata al Faro della Guardia e alla raccolta firme per la sua segnalazione a “I Luoghi del Cuore del FAI”

Una scaletta particolarmente ricca e articolata, condotta con maestria da Giuseppe Mazzella, della Redazione di Ponza racconta, che ha presentato in apertura, l’intervento del sindaco di Ponza, Piero Vigorelli e poi via via, a ritmo serrato, i vari contributi alla serata.

Si è voluto fornire un quadro sfaccettato, eppure permeato di ‘ponzesità’ dei vari aspetti del Faro, nella storia e nell’immaginario dell’isola…

Ringraziamo il Comune di Ponza per l’allestimento del palco e la collaborazione ad altri aspetti ‘logistici’: le sedie e la gestione dell’illuminazione pubblica del piazzale. Suoni e luci sono stati curati da Ciro Sandolo, mentre Rossano Di Loreto ha filmato l’evento. Siamo grati a tutti per il loro sostegno.

I vari interventi della serata, saranno nei prossimi giorni singolarmente riportati su questo sito, per presentare nella giusta luce le motivazioni che hanno spinto un’intera isola a proporre come ‘Luogo del Cuore’ il Faro e a chiederne il suo recupero come ‘punta di diamante’ e ‘volano’ di una rinnovata immagine  e realtà di Ponza.

 

Qui di seguito è riportata la ‘scaletta’ degli interventi, che si apre sulle note de “Il Faraglione della Guardia”, brano recente del musicista jazz Carlo Micheli, dedicato al Faro della Guardia (leggi e ascolta qui).

 

1.      Giuseppe Mazzella. Breve introduzione della serata. La sequenza degli interventi (leggi qui)

2.     Intervento del Sindaco di Ponza, Piero Vigorelli (leggi qui)

3.     Breve filmato dedicato al Faro, di Sandro Russo (guarda qui)

4.     Comunicato ufficiale del FAI letto da Mimma Califano (leggi qui)

5.     Relazione intervista  con Gianfranco Gagliano sugli “Aspetti tecnici  del Faro della Guardia” e su alcune caratteristiche del suo lavoro (leggi qui)

6.     Introdotta da Giuseppe Mazzella, la lettura di un brano da: “Lo splendore degli Stevenson – Una dinastia di costruttori di fari tra ingegno e letteratura” di Bella Bathurst: “Il guardiano del faro è oggi un mestiere che non esiste più”; legge Martina Carannante (leggi qui)

7.     La vita subacquea sotto il faro della Guardia. Intervista con Andrea Donati,  istruttore subacqueo (leggi qui)

8.    Intermezzo musicale: “Canzone Marenara”. Video di Franco De Luca e Nino Picicco (leggi qui)

9.   Testimonianze di figli di fanalisti che al Faro hanno vissuto; introdotti da Giuseppe

10.   La testimonianza di Biagio Vitello (leggi qui)

11.    La testimonianza di Enzo Di Fazio (leggi qui)

12.   Presentazione di un brano di Enzo Di Fazio: “Il mio primo ricordo del Faro della Guardia” (letto da Beniamino Mazzella) (leggi qui)

13.    Intermezzo musicale (guarda e ascolta qui)- Video di  Franco De Luca e Nino Picicco: “Gente essenziale” – già pubblicato su Ponza racconta: per i versi della canzone:  leggi qui

14.   Presentazione di un brano di Alfonso Gatto, da “Epoca” del 1955 – già pubblicato su Ponza racconta, leggi qui – relativo al salvataggio di una nave in difficoltà, collegato all’opera dei fanalisti del Faro della Guardia (letto da Enzo Di Giovanni) (leggi qui)

15.   Intervento di Gino Usai: uno spaccato della vita di Ponza ai tempi dell’entrata dell’Italia nella II Guerra Mondiale e  l’oscuramento nel periodo bellico (leggi qui)

16.    “La Pasquetta al Faro” di Anna Maria Usai – già pubblicato su Ponza racconta, leggi qui (lettura di Polina Ambrosino)

17.    “La ricetta del Faro” di Assunta Scarpati – già pubblicato su Ponza racconta, leggi qui (lettura di Martina Carannante)

18.   Una poesia di Antonio De Luca:  “Nemesi mediterranea” – già pubblicato su Ponza racconta, leggi qui – (lettura di Beniamino Mazzella)

19.    Cenni botanici sulla vegetazione del Faro della Guardia di cura di Sandro Russo (leggi qui)

20.    Commenti e ringraziamenti finali del presentatore Giuseppe Mazzella e di Enzo Di Giovanni

21.    Chiusa con terza canzone-in-video di Franco De Luca  & Nino Picicco ’O Marenariello”

 

La Redazione

 

[La serata per il Faro del 10 agosto. (1) – Continua]

Condividi questo articolo

2 commenti per “Abbiamo un sogno”. La serata del 10 Agosto dedicata al Faro della Guardia. La sequenza degli interventi (1)

  • Redazione

    …Aggiornato con la lista degli interventi

  • Gabriella Nardacci

    Piatto ricco… mi ci ficco!!!
    …Serata organizzata con cura, precisione e maestria. Un regista che ha saputo delineare la scaletta precisa e gli interventi nei tempi giusti.

    Uno spettacolo deve avere tutto per essere ritenuto un momento di qualità e la vostra serata ha avuto, secondo me, l’organizzazione adatta a far sì che si rivelasse tale. Sono molto contenta che tutto sia andato bene. Io, su una stella cadente – in verità dopo aver ben pensato ai miei desideri… – ce l’ho messo il vostro sogno, per far sì che il Faro di Ponza potesse diventare un “Luogo del Cuore”…

    In minima parte mi sento anch’io dentro questo vostro progetto. Ricordo che quando inviai i miei pezzi relativi ai fari nel mondo includendo – in ultimo e non perchè fosse ultimo naturalmente -, il Faro della Guardia dell’isola di Ponza, qualcuno mi chiese come mai questa scelta di scrivere un pezzo sui fari.

    Risposi che i fari fanno parte di una mia antica curiosità meravigliosa e che il Faro della Guardia di Ponza mi sembrava quello che più di ogni altro, rappresentava la mia idea della casa di un guardiano del mare. In effetti le foto hanno sempre suscitato in me una somiglianza con le immagini di alcuni miei sentimenti e sogni, ed essendo una persona che vive spesso i ricordi associandoli ai cinque sensi, la vista ruba le immagini e me le porta direttamente al cuore.

    In seguito ai miei pezzi sui fari, ho notato che alcuni hanno ripreso in mano questo argomento, già trattato l’anno prima su Ponza racconta, ma rimasto poi a morire.

    Per questo motivo mi ritengo un po’ dentro a questo progetto di recupero e sono contenta perchè, pur non essendo una ponzese, tengo molto alla vostra bella isola che tanti sogni e cose belle mi ha ispirato e mi ha fatto scrivere.

    Io sento che ce la farete, e stavolta verrò anch’io a Ponza, per festeggiare la vittoria!

    Cordialmente
    Gabriella Nardacci

Devi essere collegato per poter inserire un commento.