Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

wp v1-22 17 73 la-galite-degli-anni-80 recupero-del-nassone

Assunta jazz. “Faraglione della Guardia”, di Carlo Micheli

Condividi questo articolo

di Assunta Scarpati

 

“Ho trovato, ho trovato un vestito un pò antiquato… ma se noi ci diam da fare… si può rimodernare!”

E’ la canzone dei topini di Cenerentola… che è la suoneria del mio cellulare….

– “Pronto?”

– “Assu’… so’ Franco… posso salire un pò da te?”

– “Dai vieni… ci facciamo un caffè!”

E’ il mese di giugno 2011…..

“Vieni Franco… entra… ti va un caffè?”

– “Eh che miserie! ‘a tante anne ca ce canuscimme… A ‘mme ‘u ccafè nun me piace! Si tiene na felle ‘i mattunelle… Ok!”

Cosi ci sediamo in terrazza, io con il mio caffè e Franco con la mattonella…e comincia una lunga chiacchierata su un progetto un pò ambizioso di cui Franco mi vuole rendere partecipe: la produzione di un cd composto e suonato da un jazzista d’eccezione… Carlo Micheli.

Carlo Micheli si diploma nel 1992 al Conservatorio di Pesaro “G. Rossini”, ma la sua passione per il jazz ed il suo relativo studio risalgono a molto prima degli studi classici.
 Nell’estate del ’95 partecipa ai clinics della Berklee School, nell’ambito della rassegna Umbria Jazz, dove gli vengono conferiti diversi riconoscimenti, tra i quali un premio consegnato ai dieci migliori musicisti dei corsi. In questa occasione viene nominato Leader della Band Berklee – Clinics Award Group, esibitasi poi nel dicembre 1995 ad Orvieto, nell’edizione invernale di Umbria Jazz, dove viene largamente elogiato sia dal pubblico che dagli stessi artisti americani presenti al Festival.
 Dal 1992 svolge attività didattica presso il centro musicale “A. Corelli” di Velletri (RM)ed in altre scuole della provincia di Roma, dove insegna sassofono, musica d’insieme ed improvvisazione jazz.
I suoi strumenti principali sono il sax contralto e soprano, ma nelle sue collaborazioni usa anche il tenore, il baritono e lo strumento synth a fiato Akay EVI 1000.
Si esibisce con varie formazioni (Bianca Blues & Sette Soul, HandJive, Mark Hanna Group, C&P Superband, Diapason, Let’s Groove, Nothin’ but blues, #41, Carlo Micheli quartet, Fulvio Tomaino trio, Radio Capital live show, Just to funk, Keep on Groovin’ ecc.) spaziando in diversi generi musicali quali Blues, Dance, Jazz, Soul, Rock nei più importanti locali della capitale e nelle più importanti piazze d’Italia. Partecipa a vari festival e concorsi di musica d’autore con la formazione dei “Rasali”.
Svolge attività concertistica con orchestre sinfoniche e Big Band di jazz.
Collabora, nel ruolo di arrangiatore, sassofonista e tastierista, in ambito discografico e performance live, con molti artisti (B. Biriaco, S. Masciarelli, F. Micalizzi, A. Pappalardo, Scialpi, I Pandemonium, Max Giusti ed altri ancora).
Dal 2001 al 2003 è sassofonista nella tournée pop del maestro Tullio De Piscopo ed entra a far parte della “Tullio De Piscopo Mediterranean Jazz Band”, con la quale collabora tuttora, curando anche gli arrangiamenti per la sezione fiati. Con questa formazione partecipa ad alcuni tra i più importanti Jazz Festival italiani come la rassegna “Jazz Image” di Villa Celimontana a Roma, nel luglio 2001 (nell’eccezionale concerto che vedeva contemporaneamente sul palco, oltre Tullio De Piscopo, E. Bandini, M. Furian, C. Meyer, P. Pellegatti) e la manifestazione “Perugia Classico”, nel settembre 2002 (in occasione del concerto di Tullio De Piscopo & Billy Cobham).
Nell’inverno 2003 incide “Doctor Sax”, cd di brani originali della band omonima, improntato sul genere funky-fusion.
Diverse le sue partecipazioni a programmi televisivi e radiofonici, quali “Domenica in”, “Gelato al limone”, “Carnevale in corso”, “Help”, “Colorado”, “In bocca al lupo”, “Roxy bar”, “Mezzogiorno in famiglia”, “Viva radio 2”.
Varie le sue esperienze musicali in ambito teatrale: nel 2002 collabora con l’Associazione “La Mano”, componendo ed eseguendo dal vivo le musiche dello spettacolo “Arrivederci caro Pessoa”; nel Maggio 2003 ha debuttato con lo spettacolo multimediale “Il Sesto Continente” per il quale ha composto ed eseguito le musiche.
Nel 2004 la collaborazione con il compositore e tastierista del Banco del Mutuo Soccorso Vittorio Nocenzi si traduce nello spettacolo multimediale “Musicambiente” all’interno del più vasto progetto per i giovani “Officine dell’Arte”…

…Ma maggiori informazioni (tante!) si possono trovare sul web …Insomma questo Carlo è proprio bravo!

– “Porca paletta Franco… fammi pensare un pò… il progetto mi piace… mi strapiace!”

E cosi comincia il cammino fra telefonate, aggiornamenti, prime bozze di grafica… il logo del ‘Confinato’ e il logo di ‘A casa di Assunta’…ma della musica io non ne so nulla… ascolterò il cd dopo che sarà incellofanato…..

Si comincia a parlare della campagna del FAI e del recupero del Faro della Guardia…  Perche’ non dedicare al nostro Faro un brano?

Ne parliamo insieme e la cosa ci piace e ci entusiasma ancora di più…

il Faro per noi è importante, importantissimo e tutti stiamo impiegando le nostre forze affinchè questo pezzo di cuore non venga definitivamente abbandonato o venduto…

 

Agosto 2012… il progetto musicale è realizzato…

Adesso sono seduta al mio pc e sto ascoltando per la prima volta il cd: “Faraglione della Guardia” è il secondo brano …E finalmente lo posso dire!

Ora la traccia è presente sul sito e potete ascoltarla!

Tutti insieme riusciremo anche nell’impresa del FAI… Ce la faremo!

 Ascolta qui sotto la 2a  traccia del cd di Carlo Micheli, dedicata al “Faraglione della Guardia”:

Carlo Micheli. Faraglione della Guardia.Traccia 2

 

Assunta Scarpati

Condividi questo articolo

2 commenti per Assunta jazz. “Faraglione della Guardia”, di Carlo Micheli

Devi essere collegato per poter inserire un commento.