Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

k2-14 s1-22 t6-22 08 sl372222 La spugna nocciolina: Chondrilla nucula

Concorso “Racconta Ponza a Ponza racconta”. Premiazione

Condividi questo articolo

di Silverio Lamonica

 

Il nove sera, nella suggestiva cornice della Spiaggia di S. Maria e in attesa dell’arrivo dell’effigie di San Silverio, si è svolta la premiazione del Concorso “Racconta Ponza a Ponza Racconta”, destinato agli alunni delle Scuole.

Come ha illustrato Franco De Luca, che ha presentato la serata con l’accompagnamento musicale di Nino Picicco, il premio è stato istituito per avvicinare i ragazzi alla scrittura e alle varie forme di espressione delle idee; e anche per far conoscere questo sito multimediale “Ponza racconta”,  sulle cui pagine il Concorso è stato proposto, come risulta da un primo articolo pubblicato nell’ottobre 2011, dal titolo “I Bravi Maestri” (leggi qui). Il sito è stato fondato poco più di un anno fa da ponzesi, al fine di conservare e valorizzare il ricco patrimonio culturale di Ponza. Al numero esiguo di Redattori iniziali si sono aggiunti, in seguito, altri collaboratori.

Dei sette partecipanti al Concorso, indetto ufficialmente il 28 dicembre 2011 – leggi qui – tre sono stati premiati.

Il  2° premio è andato ex aequo a Massimo Ambrosino, alunno di prima media con l’elaborato “Onorare i morti – rispettare i vivi”, in cui ha illustrato – con delicatezza e fantasia – la triste vicenda di Roberto, morto in estrema solitudine in uno squallido ricovero, e il caso di un altro giovane concittadino che trascorre i suoi giorni, dimenticato da tutti, in una dimora precaria nell’ex miniera di Le Forna, e ad Ilenia Picicco con “Io non ho paura” in cui la studentessa di IV Ragioneria traccia un excursus storico della vita su quest’isola nel secolo scorso. Particolarmente toccante il brano relativo al periodo del confino politico fascista, durante il quale  il dodicenne Salvatore Scotti fu ucciso da un milite.

Hanno letto i brani tratti dai due elaborati – pubblicati per esteso, a loro tempo, sul Sito – alcuni nostri bravi attori dilettanti: Beniamino, Guido, Silverio ‘Cocò’, Polina e Martina, mentre su uno schermo scorrevano le immagini suggestive dei video preparati dai ragazzi stessi.

I ragazzi sono stati premiati dal Sig. Sitzia, in rappresentanza dell’Associazione Pesca e Sport – Ponza che ha “sponsorizzato” il Concorso.

Il primo premio è andato al “Piccolo ricettario della cucina ponzese” in cui si sono cimentati gli alunni della classe seconda elementare di Ponza capoluogo, sotto la guida della maestra Irene Mazzella, la quale ha precisato che l’elaborazione del ricettario rientra nel progetto di educazione alimentare, finalizzato a far scoprire ai bambini i meravigliosi piatti della cucina isolana. Qualcuno dei bambini ha poi letto la ricetta culinaria proposta.

Il premio è stato consegnato alla maestra Irene dal vicesindaco Giosuè Coppa “il nonno di Ponza” come l’ha simpaticamente definito Franco De Luca.

Le targhe in ceramica per i tre finalisti sono state preparate nella Scuola di Ceramica  dei bambini della scuola dell’infanzia di Santa Maria coordinati della maestra Bonaria Mazzella.

Ma un plauso doveroso va anche agli altri partecipanti: Simone Casalino, alunno di I media con tre “video poesie” , Alessandra Aprea: “Ponza e le sue meraviglie” (video con colonna sonora), Martina Fiore: “Una vacanza a Ponza” (una carrellata suggestiva sulle strutture ricettive più interessanti nella nostra isola) e Francesco Ambrosino con “Intervista a Ernesto” da cui traspare, a chiare note, il passaggio del testimone dell’amore per Ponza e per una vita ricca di ideali, da una generazione all’altra.

A tali lavori, anch’essi ragguardevoli, sono pure state assegnate delle targhe-ricordo di partecipazione, in ceramica, preparate da Ornella e Norina.

Ancora, il presentatore ha richiamato l’attenzione del folto pubblico presente alla serata sulla sottoscrizione in corso – ad un tavolo a fianco dell’improvvisato palco – indirizzata al FAI:  Salviamo il Faro della Guardia che già sta raccogliendo tante  adesioni.

La stupenda serata si è conclusa con un ricco buffet offerto dalle mamme dei bambini di 2^  elementare di Ponza centro: la realizzazione delle ricette culinarie, tanto apprezzate dal folto pubblico presente.

La Redazione di Ponza Racconta ringrazia di vero cuore il gestore del Zanzibar per aver messo a disposizione la stupenda terrazza sul mare del caratteristico locale; inoltre Rita Bosso, la quale per motivi di lavoro non ha potuto essere presente alla serata, che ha curato l’andamento del Concorso in tutte le sue fasi.

 

Arrivederci alla prossima edizione

 

Silverio Lamonica

 

 

Condividi questo articolo

Devi essere collegato per poter inserire un commento.