Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

0018-018 2009-07-16_18-58-30 m3-22a ss01 250px-burkina_faso_orthographic_projection-svg_ Immagini storiche di Ponza

La nave americana (3)

Condividi questo articolo

di Dante Taddia

 Per gli scritti della stessa serie, cerca ‘Taddia Dante’  nell’Elenco per  Autori, nel riquadro in basso a sin, sul frontespizio del sito

Un giorno a Ponza sbarcano anche i marinai americani della nave della VI Flotta di stanza a Gaeta. Non solo marinai di leva ma anche giovani e prestanti cadetti in giro di istruzione per il Mediterraneo.

E volano allusioni, qualche parola grossa, ancora più grossa da parte dei romani specialmente, che per una volta si associano agli isolani per non farsi soffiare le ragazze in quella loro terra di conquista. Erano gli anni eroici della Torre.

– C…ze vuo’?

– A fatt’a corza dd’u’ ciucce”!

–  Ausuleie. Vavattenne a’ casa toia!

– What?

– Uotte stu’ c…ze  …Iatevenne… Vavattenne… Go…  Ie in the States ce so’ gghiute end ai dont laik’ a tte!

– Me to!

– Ah, brutte figlie ’e ‘ntrocchia, è capite c’agge ditte, allora ? Tramènteme ’uaglio’… Chella, a girl, è ’na pollastrella. ma è comm’a sorema. and you nun l’adda sfruculia’. ’Nderstand?”

– Nooo? Comme no?

 

Alle reazioni dei ragazzi ponzesi si alternavano quelle più espliciti in romanesco:

– A little blec… A more’… [little black, piccolo nero, moretto! – NdR] che c…zo voi?

– Vié vié, che si cerchi rogna, t’a ‘a grattamo….

– Ahò …er padrone e er bbullo vallo a ffà a Nuiorche… e anzi, giacché tte ce trovi dda quee parti… poi vede’ pure… d’anna’ vaffanculo!

– New York? What New York. I’m on trip!

– Ah, vedo ch’ai capito! …No trip for cat. Nun c’è trippa pe’ gatti!

– Ma chi tte c’ha chiamato?

– Silve’… tiemme che mo’ faccio ’n mascello!”

Fortunatamente vola solo qualche schiaffo, spinte, tirate di camicia e un bagno generale nel porto e così, il politically correct per le relazioni Usa – Ponza – Roma è salvo, anche perché negli States di ponzesi ce ne stanno parecchi e sanno come fare. E poi sono tutti ragazzi. La sfuriata passa subito ma… i ciucce s’appiccicane e ’e varrele se scassane […gli asini da soma litigano e i barili trasportati si rompono – NdR]. Succede così che tra i due litiganti il terzo gode…

Qualcuna  delle ragazze della Torre infatti non si è lasciata intimidire né condizionare da quella rissa tra pretendenti, amici, o paladini che volevano proteggerla, e non è ritornata  a Roma, e nemmeno più a Ponza.

…Sta ora negli States, mamma felice e contenta sposa di un certo comandante John Smith, cadetto del 1960…  in visita a Ponza…

.

Dante Taddia

[Dal libro di prossima pubblicazione “Andavamo alla caletta”. (3) – Continua]

Condividi questo articolo

Devi essere collegato per poter inserire un commento.