Voci di Ieri

Lontano da Ponza. Trova tutti gli articoli nel menù: “Storia”

Immagini

0029-029 gennaro-di-fazio v2-23 70a barche-tirate-a-secco casa-dei-vitiello

“Mille miglia in Alaska”, di Maria Rita Menichelli

Condividi questo articolo

In seguito ad un breve scambio epistolare abbiamo appreso della pubblicazione del primo libro da parte di una signora che ci fornisce scarne notizie personali, o forse solo quelle essenziali…

La Redazione

 

“…Vi ringrazio dell’interessamento, non sono ponzese, ma ho scelto di viverci una parte dell’anno da 20 anni. Questo libro l’ho scritto dopo un grave lutto compiutosi proprio a Ponza in quel di Giancos…”

Maria Rita Menichelli

 

Le notizie che seguono sono tratte dai risvolti di copertina  del suo libro “Mille miglia in Alaska” [144 pp., € 13,00, 2012 – isbn 9788895396613 – Demian Edizioni, Teramo].

 

“Con lui ho conosciuto emozioni straordinarie, ora me ne rendo conto. Era molto severo come lo fu mio padre. Ben presto la tenerezza del conquistatore cedette il posto all’arroganza di chi crede d’essere indispensabile.

Mi accorsi allora che avrei avuto a che fare con un “difficile” ma adorabile compagno.

Prendeva la forza dalla mia pseudo debolezza. Tollerai il suo comportamento aggressivo per un po’, poi cominciai a puntare i piedi, a far valere la mia personalità e iniziò così il patimento, la gioia, l’amore e l’odio.

Voleva primeggiare a tutti i costi, evitava il sacrificio, non assaporava il gusto delle emozioni, difficilmente portava a termine un progetto di qualsiasi genere, perché lo consumava ancor prima di averlo programmato. Ciò lo rendeva eternamente inquieto ed ansioso, ma sapeva rendermi felice ed appagata.

Ora che l’ho perso per sempre, sono felice di essere stata la “major sponsor” del sogno più grande della sua vita mai realizzato fino ad allora, la “Iditarod” in Alaska, la più importante corsa del mondo con i cani da slitta e di averlo amato incondizionatamente”.

C’incontrammo per caso, in un momento in cui avevo le difese del cuore abbassate. Mi raccontò subito della sua Alaska, in pochi minuti seppi quasi tutto della grande passione per i ghiacci del Polo Nord. Quella sera di fine settembre, quando a Ponza i colori della notte sono limpidi e lunati, i suoi vispi occhi neri s’incontrarono con i miei celesti pieni di pianto.

Maria Rita Menichelli è nata a Roma nel 1950.

Condividi questo articolo

Devi essere collegato per poter inserire un commento.